Vuoi aprire un negozio online?

I 12 linguaggi di programmazione più usati nel 2022

Linguaggi di programmazione più usati: quale scegliere?

I linguaggi di programmazione permettono a computer e dispositivi di interpretare codici e istruzioni da trasformare in app, siti web e interazioni che fanno parte della nostra quotidianità sempre più digitalizzata. Non a caso, imparare a programmare è uno dei migliori investimenti per trovare lavoro in un settore che non conosce crisi e che secondo i dati della Comunità Europa crescerà dell’8,9% entro il 2030.

In questo articolo, scopriremo quali sono i linguaggi di programmazione più usati: se state pensando di imparare a programmare o aggiungere una competenza tecnica al vostro curriculum, prendete spunto da questa lista dei migliori linguaggi di programmazione per cominciare.

Indice

  1. Cosa sono i linguaggi di programmazione?
  2. Linguaggi di programmazione più usati
  3. Quale linguaggio di programmazione imparare?

Vendi online e in negozio con Shopify.

Inizia la tua prova gratuita di 14 giorni. Non serve la carta di credito.


Cosa sono i linguaggi di programmazione?

💡 I linguaggi di programmazione sono lingue che permettono di trasformare una serie di comandi e istruzioni (input) in dati e azioni (output).

In pratica, consentono di convertire idee, concetti e progetti umani in codice macchina, ovvero un linguaggio comprensibile da computer e dispositivi tecnologici. I computer elaborano i dati tramite codice binario (quello composto da 0 e 1, per intenderci), ma dato che per gli umani sarebbe impossibile scrivere interi progetti o applicazioni in codice binario, i linguaggi di programmazione funzionano da lingua franca tra macchine e sviluppatori.

Per farla semplice, i linguaggi di programmazione servono a creare app, software, siti web e qualsiasi interazione digitale tra computer ed esseri umani.

Ma quali sono i migliori su cui puntare per iniziare a programmare? Vediamolo subito.

Linguaggi di programmazione più usati

Lista linguaggi di programmazione

Al giorno d’oggi iniziare a programmare è alla portata di tutti, basta avere un computer (o uno smartphone) per muovere i primi passi nel mondo della programmazione. Esistono molti corsi online gratuiti per principianti, ma prima di cominciare è lecito chiedersi quali sono i linguaggi di programmazione più usati per capire la tecnologia da approfondire.

Ogni anno, classifiche specializzate come TIOBE o PYPL stilano una lista dei linguaggi di programmazione più conosciuti (e quindi usati) in base alle ricerche.

Secondo questi dati, i linguaggi di programmazione più usati nel 2022 sono:

  1. Python
  2. Java
  3. JavaScript
  4. C/C++
  5. C#
  6. PHP
  7. R
  8. Swift
  9. Kotlin
  10. MATLAB
  11. Go
  12. Ruby
  13. Dart
  14. Rust
  15. Scala
  16. TypeScript

Ogni linguaggio di programmazione ha le proprie caratteristiche e i suoi punti di forza: vediamo quali sono per aiutarvi nella scelta.

1. Python

Python è uno dei linguaggi di programmazione più versatili e ampiamente usati. Grazie all’enorme disponibilità di librerie e framework su Internet, si presta a un’ampia serie di utilizzi e consente di sviluppare applicativi di ogni genere. È anche uno dei linguaggi di programmazione più facili da imparare perché non richiede l’utilizzo di sintassi complesse o linee di codice incomprensibili.

Consigliato per: app di machine learning, intelligenza artificiale, data analysis.

2. Java

Java è un linguaggio di programmazione ampiamente utilizzato per lo sviluppo di applicazioni client-server. È progettato per essere un linguaggio di programmazione precompilato, ciò significa che un'applicazione scritta in Java può essere eseguita su qualsiasi piattaforma che supporti Java, secondo il principio "scrivi una volta, esegui ovunque".

Consigliato per: software aziendali, app mobile Android.

3. JavaScript

JavaScript è il linguaggio di programmazione più popolare per progettare app e siti web interattivi: secondo W3, è utilizzato dal 98% dei siti online. Combinato con Node.js (un ambiente di esecuzione), i programmatori possono usare JavaScript per sviluppare giochi e applicazioni che funzionano direttamente sul browser. Un'ampia varietà di add-on estende la funzionalità di JavaScript.

Consigliato per: siti web, app mobile, app browser.

4. C/C++

Tra i primi linguaggi di programmazione sviluppati, il C (e la sua estensione object-oriented C++) ha consentito di progettare linguaggi più moderni come Python e PHP: impararlo vi permetterà di acquisire un’ottima conoscenza della programmazione di base e vi faciliterà l’apprendimento di altri linguaggi. Il C viene utilizzato soprattutto per programmare hardware e sistemi che ospitano applicazioni, come i pannelli infotainment delle auto o i dispositivi per l'industria medica.

Consigliato per: applicazioni e sistemi hardware.

5. C#

Microsoft ha sviluppato il linguaggio di programmazione C# come variante più veloce e sicura del C. È completamente integrato con il framework software .NET di Microsoft, che supporta lo sviluppo di applicazioni per Windows, plug-in per browser e dispositivi mobili. C# offre codebase condivise per un’ampia gamma di utilizzi.

Consigliato per: applicazioni e software Windows.

6. PHP

Il PHP è un linguaggio ampiamente utilizzato per lo sviluppo web. Essendo stato rilasciato per la prima volta nel 1995, il PHP beneficia di un grande ecosistema di utenti che hanno prodotto framework, librerie e strumenti di automazione per rendere il linguaggio di programmazione più facile da usare e imparare.

Consigliato per: siti web.

7. R

R è un linguaggio di programmazione molto usato nell'analisi statistica e nelle applicazioni di machine learning. Molte grandi aziende hanno adottato R per analizzare i loro enormi set di dati, quindi i programmatori che conoscono R sono molto richiesti.

Consigliato per: app di analisi statistica e machine learning.

8. Swift

Swift è un linguaggio creato da Apple per lo sviluppo di applicazioni per computer Mac e dispositivi mobili Apple, compresi iPhone, iPad e Apple Watch. Come molti tra i nuovi linguaggi di programmazione, Swift ha una sintassi altamente leggibile, esegue il codice rapidamente e può essere utilizzato sia per lo sviluppo lato client che lato server.

Consigliato per: app iOS, macOS, iPadOS, watchOS.

9. Kotlin

Kotlin è un linguaggio di programmazione consigliato da Google per lo sviluppo di app Android e applicazioni multipiattaforma. Si tratta di un linguaggio moderno e sicuro con cui sviluppare applicativi lato server e condividere la logica di codice tra sistemi e piattaforme diverse tra loro.

Consigliato per: app Android, app multipiattaforma.

10. MATLAB

MATLAB è un linguaggio proprietario sviluppato da MathWorks e utilizzato per la ricerca scientifica e il calcolo numerico. Si tratta del linguaggio di programmazione più utilizzato da ingegneri e scienziati per l'analisi di dati, lo sviluppo di algoritmi e la creazione di modelli.

Consigliato per: ricerca scientifica e calcolo numerico.

11. Go

Go è stato sviluppato da Google per essere un linguaggio efficiente, leggibile e sicuro per la programmazione a livello di sistema. È consigliato per i sistemi distribuiti, in cui i sistemi sono situati su reti diverse e hanno bisogno di comunicare inviando messaggi l'uno all'altro. Anche se è un linguaggio relativamente nuovo, Go ha una grande libreria di standard e una vasta documentazione da cui attingere.

Consigliato per: app che devono gestire un’ampia quantità di dati.

12. Ruby

Ruby è un linguaggio di programmazione open source che predilige la semplicità grazie alla sua sintassi naturale e facile da leggere. Il framework Ruby on Rails è ampiamente utilizzato per lo sviluppo di applicazioni web.

Consigliato per: applicazioni web.

13. Dart

Dart è un linguaggio di programmazione per lo sviluppo di applicazioni che devono funzionare su piattaforme diverse garantendo la stessa esperienza utente. È un linguaggio consigliato per progettare velocemente app multipiattaforma.

Consigliato per: app multipiattaforma.

14. Rust

Rust è un linguaggio di programmazione progettato da Mozilla che punta sulle prestazioni e sulla sicurezza per sviluppare applicazioni in cui molte cose accadono simultaneamente, i cosiddetti software di sistemi concorrenti.

Consigliato per: software concorrenti.

15. Scala

Scala (da Scalable Language) è un linguaggio di programmazione compatibile con Java ed è utile per le applicazioni basate sul cloud. Garantisce flessibilità e rapidità di adattamento per evolversi parallelamente all’aumento dell’utilizzo dell’applicativo.

Consigliato per: applicazioni cloud.

16. TypeScript

TypeScript è un linguaggio di programmazione sviluppato da Microsoft: per la precisione si tratta di un superset di JavaScript, ovvero un'estensione di questo linguaggio per ampliarlo con funzioni aggiuntive.

Consigliato per: siti web, app mobile, app browser

Quale linguaggio di programmazione imparare?

Programmatore che lavora al computer

Tra tutti i linguaggi di programmazione, scegliere quello da imparare non è semplice. Se pensate di cercare lavoro come programmatori, vi consigliamo di imparare un linguaggio e poi approfondire la conoscenza di altri 2 o 3 per aumentare la vostra appetibilità sul mercato.

In ogni caso, il tipo di software o app da sviluppare influenzerà la scelta di quale linguaggio di programmazione imparare. Per orientarvi, prendete spunto da questi suggerimenti:

  • Le startup o aziende che offrono app via web utilizzano principalmente Python e JavaScript;
  • Le aziende più grandi tendono a sviluppare i loro software interni usando C# o Java e le loro applicazioni web in PHP;
  • I programmi per l'analisi dei dati usano i linguaggi di programmazione R e MATLAB;
  • I dispositivi hardware, come quelli dell'industria automobilistica e sanitaria, eseguono software scritto in C, C++ o Rust;
  • Le applicazioni basate sul cloud utilizzano Go o Scala;
  • I linguaggi di programmazione per app mobili più diffusi sono Swift e Kotlin;

Per quanto riguarda i linguaggi di programmazione più ricercati dalle aziende, secondo CodingNomads (un sito specializzato nelle offerte di lavoro per programmatori), il linguaggio più richiesto dai datori di lavoro su LinkedIn è il Python, seguito da Java e JavaScript.

Prima di concludere, un ultimo consiglio: quando si tratta di trovare lavoro da programmatori, la pratica è tutto. Ciò significa che le aziende saranno più interessate alle vostre capacità (sia tecniche che attitudinali, come soft skill) che al vostro curriculum. Per questo motivo, vi consigliamo di creare un portfolio online dei vostri progetti e pubblicarli sulle comunità di developer come Github e Stack Overflow per dimostrare il vostro valore e comunicarlo ai potenziali datori di lavoro.


Vendi online e in negozio con Shopify.

Inizia la tua prova gratuita di 14 giorni. Non serve la carta di credito.


Linguaggi di programmazione: domande frequenti

Quali sono i principali linguaggi di programmazione?

I linguaggi di programmazione più utilizzati nel 2022 sono:

  1. Python
  2. Java
  3. JavaScript
  4. C/C++
  5. C#
  6. PHP
  7. R
  8. Swift
  9. Kotlin
  10. MATLAB
  11. Go
  12. Ruby
  13. Dart
  14. Rust
  15. Scala
  16. TypeScript

A cosa servono i linguaggi di programmazione?

I linguaggi di programmazione servono a creare app, siti web e interazioni digitali tra macchine ed esseri umani e permettono ai computer di eseguire comandi e istruzioni da trasformare in azioni.

Come imparare linguaggi di programmazione?

Il metodo migliore per imparare linguaggi di programmazione è seguire un corso o tutorial online (ad esempio su Codecademy o YouTube) e sperimentare sul campo: per padroneggiare un linguaggio di programmazione, è la pratica che rende perfetti.

Qual è il linguaggio di programmazione più facile da imparare?

Python è un linguaggio di programmazione che non prevede l’utilizzo di sintassi complesse o linee di codice complicate. Per questo motivo, è considerato il linguaggio di programmazione più facile da imparare.
Argomenti: