Vuoi aprire un negozio online?

10 imprenditori con un passato sorprendente alle spalle

Sono le 17:30 di un mercoledì qualunque. La vostra giornata lavorativa finisce fra mezz’ora, ma avete già sistemato tutto, fatturato l’ultimo cliente o archiviato tutti i documenti del giorno. È giunto il momento di rilassarsi un po’, e iniziate a fantasticare: come sarebbe la vostra vita se foste il capo di voi stessi? Chiudete gli occhi, e già vi vedete gestire un piccolo bar sulla spiaggia, o portare avanti il vostro hobby di lavorazione cuoio e pelle. È un buon modo per ingannare i 30 minuti che rimangono alla fine della giornata.

Ah, il sogno impossibile!

Ma è davvero così impossibile? La maggior parte degli imprenditori che conosco non ha frequentato una scuola aziendale e nemmeno rilevato un’azienda familiare. Non ha avuto nessuna formazione ufficiale, né una guida che li aiutasse. Questi proprietari di piccole imprese e attività commerciali provengono da varie esperienze di formazione – vendita al dettaglio, facoltà di giurisprudenza e industria televisiva. Un curriculum decisamente poco convenzionale per persone che attualmente si destreggiano con marketing, assistenza alla clientela, progettazione e spedizioni varie, giusto? Forse no.

Qual è veramente il profilo di un imprenditore? Quali sono le abilità richieste? Un pizzico di audacia, molta determinazione, capacità di iniziativa, un dono per gli affari? Si tratta di un insieme di tutte queste cose, in parte imparate e in parte innate. Questi individui dai molteplici ruoli, per la maggior parte, hanno racimolato qua e là le loro conoscenze mediante una storia eclettica di esperienze e un bagaglio di nozioni apprese dai precedenti lavori.

È possibile che il vostro lavoro quotidiano vi possa aiutare ad avviare la professione dei vostri sogni? Prendete in considerazione quanto segue:

La vostra società offre un programma di sussidio che sovvenzioni workshop, corsi o conferenze formative?

  • Riuscite a identificare persone nella vostra organizzazione che possano farvi da guida/mentore?
  • Vi è possibile prendere un permesso non retribuito o negoziare un orario ridotto per lavorare alla vostra nuova attività?
  • Quali altre competenze potete imparare e quali risorse avete a disposizione?

Abbiamo avuto modo di parlare con dieci commercianti Shopify che hanno iniziato le proprie carriere come apicoltori, modelle e bancari. I loro curricula, a prima vista, parrebbero non avere alcuna rilevanza, ma la realtà è che questi imprenditori attingono quotidianamente dalle proprie esperienze lavorative precedenti.

 

1. Professione precedente: guardiano di zoo

Capacità imprenditoriali acquisite: multitasking, destreggiarsi con orari di lavoro irregolari, assistenza alla clientela.

 “Nonostante il fulcro del mio lavoro fossero gli animali, mi sono dovuta interfacciare tantissimo con i visitatori, il che mi ha permesso di acquisire molte competenze ed esperienza nel campo dell’assistenza alla clientela. Ho imparato come far felici i clienti con dei compromessi (“No, non potete accarezzare questo pavone, ma vi posso dare una sua piuma da portare a casa!”). Penso che avere avuto un lavoro così unico con esigenze bizzarre e orari strani mi abbia decisamente aiutato a prepararmi per la mia attuale professione, che gestisco da sola. Allo zoo ero sempre in piedi a svolgere diverse mansioni – nessun giorno era uguale all’altro. Mi viene quindi naturale districarmi tra svariate attività allo stesso tempo. Il mio attuale stile di vita contempla nuovamente un tipo di lavoro molto attivo, non un tipico 9-18, e lo preferisco così. Non penso che sarei in grado di stare seduta davanti a un computer tutto il giorno, tutta la settimana”.

– Taylor Scarboro, Titolare di Sugar & Succulents

zookeeper

2. Professione precedente: assistente sociale

Capacità imprenditoriali acquisite: ascolto, assistenza alla clientela, versatilità, risoluzione dei problemi

“Il mio lavoro consisteva nel trovare una soluzione ai problemi delle persone, in situazioni talvolta delicate, di vita o di morte. Dovevo essere in grado di pensare velocemente, sotto pressione, cercando di fornire la migliore assistenza possibile ai miei utenti. Il periodo che ho trascorso al Ministero si è rivelato per me la migliore “palestra” professionale, dato che non avevo mai ricevuto alcuna istruzione regolare nel campo commerciale. Tutto ciò che ho imparato, lo posso tranquillamente applicare alla mia vita professionale: Trascorrere più tempo ad ascoltare invece che a parlare. Negli affari, se non ascoltate i vostri clienti, trascurerete necessariamente molti dettagli importanti e vi precluderete lo spazio di crescita e miglioramento. Gentilezza e comprensione – penserete che questo non abbia nulla a che vedere con gli affari, ma credo fermamente che dovrebbero essere requisiti necessari in tutti gli ambiti commerciali. In fin dei conti, senza le persone, il commercio non esisterebbe, e noi non saremmo nulla. Dovete essere capaci di capire i vostri clienti dalla loro prospettiva, non dovete essere d’accordo con loro a prescindere, dovete, invece, essere gentili e dimostrare comprensione nei loro confronti. E, non abbiate paura di provare cose nuove – nel mio precedente lavoro, le cose non erano mai o bianche o nere, pertanto ero costretta a pensare a diversi modi per risolvere i problemi. Negli affari avrete bisogno di fare cose che non avete mai fatto prima, con cui non avete familiarità... può fare davvero paura ma, diversamente, non sapreste mai come potrebbe essere”.

 Gustavia Lui, Titolare di Staavias

In fin dei conti, senza le persone, il commercio non esisterebbe e noi non saremmo nulla.

3. Professione precedente: perito assicurativo

Capacità imprenditoriali acquisite: organizzazione, pazienza

“Lavorare come perito assicurativo può essere stressante, specialmente in situazioni catastrofiche, per chiunque, soprattutto per le persone che sono state colpite da uragani, alluvioni o altre catastrofi naturali. Voi siete lì per prendervi cura di loro. Pazienza e organizzazione sono due fattori chiave nel momento in cui dovete aiutare qualcuno a riprendere in mano le redini della propria vita”.

 Barcus Patty, Titolare di Thrice

4. Professione precedente: modella

Capacità imprenditoriali acquisite: fotografia, disegno, marketing

“Il modo in cui avviare un’attività, è quello di dare uno sguardo alle proprie vite e chiedersi: "Quali sono gli strumenti che mi sono stati dati e che mi differenziano dagli altri? Questa è la mia strategia vincente". Ho lavorato come modella per Ford Models, e grazie a quel lavoro, so come si gestisce un casting. So come si svolge un servizio fotografico. So come stanno i vestiti addosso a una persona. E questa sarebbe la versione del marketing online della moda”.

 Leanne Mai-ly Hilgart, Fondatrice, Presidente e Direttrice Creativa di Vaute

Il modo in cui avviare un’attività, è quello di dare uno sguardo alle proprie vite e chiedersi: "Quali sono gli strumenti che mi sono stati dati e che mi differenziano dagli altri?”

Vaute Couture

5. Professione precedente: responsabile sviluppo d’impresa, industria alimentare

Capacità imprenditoriali acquisite: gestione dei contenuti, esperienza utente (UX), branding

“Lavorando nel settore delle tecnologie alimentari, il mio ruolo, in primis, era quello di identificare dei partner chiave che volessero creare e riconoscere un marchio; in seguito dovevo caricare i marchi sulle nostre app mobili, pronti per essere presentati ai nostri clienti. Mi sono reso conto dell’importanza della gestione dei contenuti. L’importanza del presentare ai clienti soltanto i prodotti migliori riveste un’influenza enorme sulla user experience. Grazie alla mia conoscenza della gestione dei contenuti e alla mia precedente esperienza di inserimento di nuovi marchi, ho iniziato a contattare i designer che volevo per il nostro sito a dicembre e siamo passati da 15 a 50 designer in soli due mesi. Mi definirei esattamente come la maggior parte dei nuovi imprenditori che, essenzialmente, vogliono che tutto funzioni subito; tuttavia, ho imparato lavorando con le startup che la cosa migliore da fare è iniziare piano, fissare degli obiettivi operativi, spingere un po’ in avanti, fissare obiettivi più avanzati e poi spingersi oltre. Quando decisi di lasciare il mio lavoro, mi venne dato un consiglio prezioso: fare in modo che le persone arrivassero ad amare il mio brand, non soltanto ad apprezzarlo; è un consiglio che seguo ancora alla lettera, e cerco sempre di parlare con i nostri clienti. Mi aiuta davvero a capirli ma, cosa ancor più fondamentale, essi possono capire noi, quello che facciamo e perché e, se va tutto bene, iniziano ad amarci!”

 Lewis Phillips, Titolare di The Pommier

6. Professione precedente: apicoltore & startup tecnologiche

Capacità imprenditoriali acquisite: pazienza, perseveranza

"Mi occupo di api dal 2005 sia come hobby sia come antidoto allo stress dovuto alla gestione di diverse aziende startup nel settore tech. Intorno al 2008 io e mia moglie abbiamo iniziato a fare degli esperimenti, cercando di produrre dei burrocacao e creme per le mani nella nostra cucina, utilizzando miele, cera d’api e propoli provenienti dalle nostre api. La lezione fondamentale appresa nella mia precedente vita commerciale (e probabilmente anche grazie alle api) è la pazienza e forse anche la testardaggine. Me lo sentivo dentro che ci sarebbe stato spazio di mercato per i nostri prodotti e grazie al feedback dei nostri clienti abbiamo continuato a perseverare, sebbene l’attività all’inizio non portasse ancora i frutti desiderati – a volte penso che la linea tra la testardaggine e la stupidità sia veramente sottile, ma ci saranno sempre momenti in cui vi verrà voglia di mollare tutto e andarvene. Niente è semplice, se tenete duro abbastanza e se il prodotto è “giusto”, alla fine, il successo non tarderà ad arrivare".

– Simon Cavill, Fondatore di Bee Good Skincare

beekeeper

7. Professioni precedenti: brand manager nel settore sanità / responsabile delle relazioni, settore bancario

Capacità imprenditoriali acquisite: branding, creazione di una rete di contatti, negoziazione, contabilità, comunicazione

“L’aver lavorato in due settori diversi (banca e sanità) e in ruoli diversi (finanza e marketing) mi ha aiutata molto. Per gestire una piccola impresa, dovete conoscere un po’ di tutto. È anche necessario capire come le diverse parti dell’attività funzionano insieme. Attingo costantemente dalle esperienze che ho maturato nei miei ruoli precedenti. Sebbene i tipi di industria fossero totalmente diversi rispetto ai prodotti per animali, i principi di base sono simili. Le lezioni di contabilità e la mia precedente carriera nel settore bancario sono state fondamentali per insegnarmi come fare previsioni, definire il budget, determinare i prezzi e ipotizzare vari scenari. È necessario sapere a fondo cos’è che guida il meccanismo delle vendite, dei costi e dei margini di profitto, in modo da poter stabilire una strategia commerciale e ottimizzare l’attività”.

 Diane Danforth, Titolare di Pawdentify

Per gestire una piccola impresa, è necessario conoscere un po’ di tutto. Attingo costantemente dalle esperienze che ho maturato nei miei ruoli precedenti.

8. Professione precedente: scenografo, industria cinematografica

Capacità imprenditoriali acquisite: approvvigionamento, gestione dei contenuti, creazione di una rete di contatti

“Il mio lavoro precedente consisteva nel procurarmi cose molto specifiche per i film. Mi dicevano: “Abbiamo bisogno di un divano giallo”, e io andavo ovunque pur di trovarlo. Il clou del mio lavoro consisteva nel familiarizzarmi con la città, con tutti i suoi angoli e luoghi. Iniziai a conoscere quello che vendevano in ciascun negozio. Grazie a quel lavoro ho sviluppato una memoria visiva molto buona che mi torna utile ancora adesso. Mentre mi dedicavo a quella professione, non solo mi sono costruita un background di nozioni cinematografiche, ma ho anche trovato cose interessanti che ho potuto impiegare in un secondo momento nella mia vita normale. Un giorno mi sono detta: “Sono stufa del mondo del cinema. Voglio utilizzare le competenze acquisite nell’adottare il meglio per creare qualcosa che abbia una logica e che sia non solo bello ma utile”.

– Sophia Pierro, Titolare di Present Day Gifts

9. Professione precedente: industria televisiva

Capacità imprenditoriali acquisite: scrittura, fotografia, strategia, definizione degli obiettivi

“Ho lavorato dieci anni per un’importante emittente televisiva, in qualità di redattrice per le notizie e sceneggiature dei documentari, narratrice e, occasionalmente, come conduttrice di telegiornale. La mia formazione in pianificazione strategica mi aiuta a farmi un’immagine complessiva di ciò che ho di fronte, definire gli obiettivi e tutti i passaggi da svolgere per raggiungerli (cambiando rotta, se necessario). In realtà, un po’ di tempo fa, ho tagliato i ponti con il lavoro standard dalle 9 alle 18 e mi sono guadagnata da vivere come freelance e, pertanto, la mia forma mentis è abbastanza imprenditoriale. L’esperienza di scrittura televisiva mi ha fatto imparare come scrivere in modo conciso storie avvincenti scegliendo le giuste immagini per illustrarle. Questo mi aiuta quando scrivo degli articoli per il blog o le copie dei cataloghi. Mi ha reso una migliore pensatrice visiva. Mi ha anche insegnato che devo sempre vedere quello che sto creando attraverso gli occhi del pubblico”.

Virginia Sorrells, Comproprietaria di Ajimi Ichiba

La mia formazione in pianificazione strategica mi aiuta a farmi un’immagine complessiva di ciò che ho di fronte, a definire gli obiettivi e tutti i passaggi da svolgere per raggiungerli.

10. Professione precedente: agente immobiliare

Capacità imprenditoriali acquisite: negoziazione, voglia di fare

La spietata industria immobiliare di Manhattan mi ha insegnato a negoziare, combinare e concludere un affare. Queste competenze ritornano utili con fornitori, venditori e designer, in modo particolare in una startup con un capitale molto ridotto. Gestire le varie personalità ed essere diplomatica nelle varie situazioni per raggiungere l’affare è qualcosa che devo mettere in atto quotidianamente gestendo Hamptons Glow.”

– Rachel Thompson, Titolare di Hamptons Glow

La spietata industria immobiliare di Manhattan mi ha insegnato a negoziare, combinare e concludere un affare.

Improvvisamente, dal vostro sogno a occhi aperti, venite catapultati nuovamente nella realtà: non avete la benché minima idea di come dirigere un’impresa, giusto? Forse non è così. Involontariamente, la vostra professione vi sta fornendo le capacità per farvi strada da soli.

Non abbandonate il vostro lavoro per ora, ma lasciate che vi paghino per imparare mentre lavorate anche per voi stessi.

Che cosa facevate prima di diventare imprenditori? Condividete la vostra storia nei commenti qui di seguito.



Articolo originale di Dayna Winter, tradotto da Manuela Xillovich, adattato e localizzato da Giulia Greco