Come realizzare la prima vendita in 30 giorni: marketing checklist per nuovi imprenditori

Come realizzare la prima vendita

Non avete ancora iniziato a promuovere la vostra nuova attività? Oppure avete provato, ma senza successo? Senza dubbio realizzare la prima vendita è una tappa fondamentale per ogni imprenditore ecommerce.

Ma fare marketing e realizzare la prima vendita è qualcosa che richiede dedizione e concentrazione sugli obiettivi.

Esistono letteralmente centinaia di canali, strategie e modi diversi per promuovere un’attività... E può essere difficile orientarsi individuando le opzioni che producano risultati immediati e che siano valide per il vostro specifico business.

Per giunta, è facile cadere nella tentazione di apportare continui cambiamenti al vostro negozio, andando alla ricerca della perfezione, anziché dedicarvi a qualcosa di più importante: incrementare il traffico verso il vostro sito.

Perché il traffico è particolarmente importante per i nuovi negozi

Per i proprietari di nuovi negozi online è facile cadere nella cosiddetta illusione del miglioramento. In altre parole, il rischio è quello di rimanere invischiati nei dettagli: dalla modifica dei colori del brand, al passaggio da un font all’altro, ai continui ripensamenti sui prezzi. Così, si finisce per costruire il negozio senza confrontarsi con la realtà, il che allontana dall’obiettivo di realizzare la prima vendita.

Il miglioramento vero è possibile solo esponendo il proprio negozio al giudizio del pubblico. Non si riesce a capire esattamente cosa ci sia da migliorare senza stabilire un confronto, quantificabile attraverso dati numerici. Ecco perché il traffico è così importante.

Se non incrementate il traffico verso il vostro sito:

  • non potete testare l’interesse verso i vostri prodotti
  • né verificare la congruità dei prezzi
  • né conoscere l’impatto del vostro brand sulla fascia di pubblico designata.

Ecco perché voglio proporvi una sfida, che vi porti a realizzare la prima vendita.

Se avete già lanciato il vostro negozio, nei prossimi 30 giorni focalizzatevi sull’incremento del traffico, dando la priorità assoluta a questo obiettivo.

Per aiutarvi ad intensificare le vostre attività di marketing, ho raccolto in questo post alcune delle strategie promozionali più diffuse per l’ecommerce. Potrete usarle per ottimizzare i vostri sforzi. In più, ho aggiunto i link ad alcune risorse per principianti che insegnano come mettere in atto queste tecniche di marketing.

Parleremo delle principali fonti di traffico gratuite, che sono anche semplici da utilizzare. Questo, tanto per iniziare. Poi ci sposteremo su obiettivi di marketing più ambiziosi, che potrebbero richiedervi di investire più tempo e denaro.

Se una delle strategie elencate non dovesse essere applicabile al vostro negozio e ai prodotti che vendete, passate direttamente alla successiva. Se vendete tastiere per computer, ad esempio, Pinterest probabilmente non sarà la vostra prima scelta.

Assicuratevi di attivare fin da subito Google Analytics e di monitorare costantemente il traffico mentre provate le diverse tattiche di marketing.

Detto questo, preparatevi a trascorrere i prossimi 30 giorni a sperimentare, fino a realizzare la prima vendita sul vostro negozio online.

Fonti di traffico gratuite: raccogliere i frutti “a portata di mano”

Come realizzare la prima vendita: raccogliere i frutti a portata di mano

Le prime fonti di traffico che dovreste considerare per realizzare la prima vendita sono quelle gratuite, che richiedono di creare dei post riguardo il vostro negozio e condividerli con la vostra rete e con le community rilevanti.

Essendo fonti di traffico facili da usare e disponibili per tutti i proprietari di negozi online, si tratta di un ottimo punto di partenza.

Per un lavoro fruttuoso su queste fonti di traffico, tenete a mente i seguenti consigli:

  1. Considerate di offrire un codice sconto per invogliare le persone a visitare il vostro negozio.
  2. Aggiungete l'URL del negozio sui vostri profili personali (come la bio di Twitter o il profilo Disqus per i commenti sui blog), così che ogni vostra azione online abbia il potenziale di condurre traffico al negozio.
  3. Non fate spam inviando ripetutamente allo stesso pubblico messaggi promozionali di bassa qualità.

1. Sfruttate le vostre connessioni personali

Come realizzare la prima vendita online - Testimonianze

Molti imprenditori riescono a realizzare la prima vendita grazie a connessioni personali e non c'è niente di male in questo.

Quindi, condividete il negozio sul vostro profilo personale di Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram e Snapchat, per presentarlo alla vostra rete di contatti.

Considerate anche di inviare un'email ai contatti più stretti, per diffondere la voce riguardo il lancio del vostro negozio. Chiedete loro esplicitamente di fare una condivisione: non serve che facciano un acquisto per dimostrare che vi supportano.

È vero: realizzare la prima vendita a familiari o amici non da la stessa soddisfazione che si prova nel conquistare la fiducia di un cliente nuovo, ma si tratta comunque di un buon modo per riuscire a ottenere i primi feedback.

E se da questo processo non doveste ricavare delle vendite, non vi scoraggiate. Infatti questa è la fonte di traffico meno qualificata tra quelle che vi stiamo elencando.

Strategia di marketing raccomandata per: chiunque (dato che tutti abbiamo amici, familiari, colleghi), ma specialmente per coloro che sono già piuttosto attivi online, con ampie reti di contatti personali su Facebook, Instagram, Snapchat, Twitter o LinkedIn.

2. Scrivete su Forum, Subreddit, Gruppi Facebook, ecc.

Non sottovalutate il potenziale di un link al vostro negozio, inserito nel posto giusto. Può aiutarvi a realizzare la prima vendita e non solo.

I forum come Reddit e le community online come i Gruppi Facebook rappresentano un'opportunità per raggiungere persone che si sono organizzate intorno a specifici interessi. Fate semplicemente una ricerca sugli interessi correlati alla vostra attività.

Condividete un link al vostro negozio (magari con un codice sconto) nelle community online e forum frequentate dal vostro target di clienti. Avrete più successo se siete già dei membri attivi.

Meglio ancora, adesso che vi siete ufficialmente imbarcati nell’avventura imprenditoriale, potete ottenere aiuto e supporto da altri imprenditori esperti nelle seguenti community:

Come dicevo, queste sono risorse gratuite per incrementare il traffico e ottenere i primi feedback.

Strategia di marketing raccomandata per: negozi che hanno un target dedicato a specifici gruppi di interesse; ad esempio, proprietari di cani. Comunque, tutti possono trarre vantaggio dal supporto specifico per imprenditori dei gruppi online per ottenere feedback positivi da coloro che partecipano al gruppo ed hanno visitato il loro sito.

Pubblicità a pagamento: per fare soldi occorre investire

Come realizzare la prima vendita online - Pubblicità a Pagamento

Fondamentalmente, il miglior modo per ottenere traffico mirato in modo veloce è ricorrere alla pubblicità a pagamento.

La cosa buona è che la maggior parte dei canali di pubblicità a pagamento utilizzano la formula del pay per click. E in alcuni casi si può iniziare anche con un budget di € 10 al giorno.

Ogni piattaforma pubblicitaria è differente; dovreste scegliere a quale canale affidarvi in base al tipo di utenti che volete raggiungere e all’utilità degli strumenti offerti. Se il vostro target riguarda paesi specifici, potete anche controllare quali siano i social network popolari su quei mercati.

Prima di provare il social media marketing a pagamento, assicuratevi di inserire diversi post sul feed del vostro profilo (il modo più semplice è ricondividere contenuti altrui dopo averli selezionati); fondamentalmente occorre evitare che i visitatori, controllando il vostro profilo, lo trovino spoglio.

3. Pubblicità Facebook

Facebook è uno dei più popolari social network, con la più diversificata base utenti in termini di età, reddito, genere ed etnia.

Ecco perché numerosissimi brand utilizzano la pubblicità su Facebook - con le sue opzioni di targeting in base a età, genere, posizione lavorativa, località e interessi - per raggiungere i loro clienti ideali.

L'ultima opzione (“interessi”) è specialmente utile; essa rende possibile elaborare - sulla base delle pagine Facebook alle quali le persone hanno dato un like - profili psicografici che determinano i destinatari dei vostri annunci.

Strategia di marketing raccomandata per: proprietari di negozi che hanno un’idea chiara di chi siano i loro clienti ideali e dei loro interessi. Un negozio che vende magliette con riferimenti alla cultura pop, per esempio, può facilmente trovare il suo pubblico su Facebook selezionando un target di persone che abbiano espresso interesse verso icone della cultura pop.

Da leggere: Guida Facebook Ads di base: come creare delle campagne Facebook in autonomia

4. Pubblicità su Instagram

Il formato grafico di Instagram e il pubblico composto prevalentemente da millennial non sono i soli elementi di attrattiva della piattaforma.

Instagram ha anche una delle basi utenti più coinvolte, se paragonata a quelle degli altri social media. Questo la rende non solo la piattaforma ideale per l'influencer marketing (di cui parleremo più avanti), ma anche per postare gratuitamente dei contenuti. Postando con regolarità e utilizzando degli hashtag rilevanti è possibile raggiungere un discreto numero di utenti.

In più, con la pubblicità su Instagram, tra i vari obiettivi, è presente l’opzione per mostrare le vostre inserzioni nei feed di altri, per condurre traffico al vostro negozio.

Strategia di marketing raccomandata per: moda, alimentazione, fitness e altri settori dove l'elemento visivo è centrale. Se avete foto dei prodotti di alta qualità e accattivanti e il vostro target sono i millennial, provate con Instagram.

Da leggere: Come fare pubblicità su Instagram: guida di base

5. Pinterest Marketing

Pinterest è spesso un canale sottovalutato; ma è anche quello con la base utenti più chiaramente definita, composta in maggioranza (al 70%) da donne, molte delle quali benestanti. Attraverso Pinterest, si può agire per generare un traffico significativo, sia gratis che a pagamento.

Gestire un account Pinterest è un po’ come tenere un album: gli utenti creano delle bacheche da collezionare e salvano dei “Pin” su temi specifici. È spesso usato per pianificare eventi, salvare articoli interessanti e selezionare abiti; tenete presenti queste caratteristiche quando considerate di utilizzare Pinterest.

Dai Pin sponsorizzati ai Pin acquistabili, Pinterest offre un sacco di strumenti che rendono semplice fare marketing.

Strategia di marketing raccomandata per: settore moda, arredamento, alimentazione, arte, design e altri campi dove l'elemento visivo è centrale.

Da leggere: 12 strategie per ottimizzare Pinterest e aumentare le vendite 

6. Google AdWords

La prima cosa che molte persone fanno quando vogliono comprare un prodotto è cercarlo su Google. E Google Adwords rende visibile il vostro sito proprio quando l’utente fa una ricerca. Questo metodo rende spesso possibile realizzare la prima vendita in tempi brevi.

AdWords offre diverse opzioni, tra cui:

  • annunci di testo, che appaiono in evidenza tra i risultati di ricerca
  • annunci shopping, che mostrano la foto del prodotto e il prezzo in un formato più in stile “vetrina”.

Fate una ricerca delle parole chiave, per verificare il volume di ricerca per i termini che i clienti del vostro target potrebbero cercare. Molte persone restano intimidite da AdWords perché ha un'interfaccia complicata; potreste pensare di assumere un Esperto Shopify, se volete cogliere l'opportunità, ma delegando ad altri il compito.

Strategia di marketing raccomandata per: prodotti di tendenza, imprese locali e prodotti/servizi con alto volume di ricerca.

Da leggere: Google Ads: 13 tipi di campagne pubblicitarie e come scegliere

Outreach: connettersi a un pubblico esistente

Come realizzare la prima vendita: outreach

Non è un bene essere gli unici a parlare del proprio brand. Ma fortunatamente internet ha reso possibile a chiunque creare una piattaforma e, di conseguenza, a voi di ottenere delle connessioni.

Le tattiche che vi presentiamo ora aiutano a generare traffico; non solo, ma spesso lo fanno attraverso la creazione di contenuti - tipicamente storie o recensioni - che contribuiscono a costruire la credibilità online del vostro brand.

Ogni volta che mettete in atto con successo una di queste strategie di outreach, prendete “due piccioni con una fava”.

Comunque, quando tentate di creare queste relazioni, dovete chiedervi sempre: “Loro cosa ci guadagnano?”

7. Contattate i blogger

Realizzare la prima vendita online - Testimonianze

Ed ecco un segreto non così ben custodito riguardo i contenuti per il web:

I proprietari dei siti sono sempre alla ricerca di nuovi contenuti e storie da raccontare.

Presentandovi con un elemento ad alto impatto, come una buona storia o un prodotto interessante, potrete ottenere uno spazio su un blog o su un sito dove i lettori rientrano nel vostro target.

Cercate siti che corrispondono alla vostra nicchia e contattateli per:

  • Scrivere un guest post, condividendo la vostra esperienza su un determinato argomento; come autori, dovreste ottenere la possibilità di pubblicare la vostra bio, nella quale descrivere la vostra attività e inserire un link.
  • Chiedere delle recensioni per il vostro prodotto; potete dare in omaggio il vostro prodotto a un blogger, in cambio di una recensione.
  • Cercare di ottenere la pubblicazione di una storia: se la vostra attività è nata in modo originale o avete un prodotto unico, potete usare questo come spunto per chiedere di rilasciare un’intervista.

Qualsiasi opzione scegliate, il modo in cui vi presentate dev’essere interessante non solo per lo scrittore o editore ma anche per il loro pubblico. Considerate prima i siti adatti sulla base dell’argomento; solo in secondo luogo guardate alla consistenza del loro pubblico.

Strategia di marketing raccomandata per: imprenditori con storie interessanti o prodotti unici, che i blogger non hanno mai visto; imprenditori con un'esperienza nella loro nicchia che possono condividere.

Da leggere: Come sviluppare il vostro ecommerce grazie al blogger outreach

8. Cercate delle partnership strategiche

Le partnership possono essere una fantastica soluzione per mostrare i vostri prodotti ai clienti di un'altra azienda. Una buona partnership può non solo farvi realizzare la prima vendita, ma portarvi ad una rapida crescita.

La chiave è cercare dei brand che:

  • non siano vostri competitor
  • abbiano una mentalità simile alla vostra
  • già dispongano di una clientela come quella a cui voi ambite.

Può servire un po' di tempo e anche di fortuna per trovare opportunità simili; ma in compenso, per la formula della partnership, potete spaziare con la creatività:

  • Lanciate un contest con il vostro prodotto come premio.
  • Offrite campioni del vostro prodotto o sconti esclusivi con prodotti complementari (per esempio, in regalo un campione del vostro drink con ogni ordine di bottiglie d’acqua fatto presso il vostro partner).
  • Sponsorizzate un evento.

Strategia di marketing raccomandata per: imprenditori già in contatto con altri imprenditori nella loro nicchia; imprenditori che hanno contatti con organizzazioni rilevanti che non competono direttamente con loro; persone con talento in fatto di business e vendite.

Da leggere: Co-marketing: come attrarre nuovi clienti con partnership strategiche

9. Lavorate con degli influencer

I grandi brand non sono gli unici a potersi avvalere delle celebrity come sponsor per pubblicizzare i loro prodotti.

Potete lavorare con degli influencer - persone con un pubblico considerevole che creano contenuti nella vostra nicchia. È un modo per incrementare il traffico sfruttando una base di fan già esistente e contemporaneamente per ottenere la creazione di contenuti riguardo i vostri prodotti.

Gli influencer esistono su qualsiasi canale, da YouTube a Instagram. Potete raggiungerli direttamente per trattare con loro. Ma esistono anche diversi marketplace che mettono in contatto gli influencer con i brand:

  • L’italiano Buzzoole: una piattaforma disponibile in italiano per creare campagne personalizzate e trovare gli influencer più affini al vostro brand.
  • Grapevine: uno dei più popolari marketplace per gli influencer.
  • Famebit: sponsorizzazioni a partire da $ 100; gli influencer devono avere un minimo di 5 mila follower per entrare nell’elenco della piattaforma.
  • Crowdtap: un marketplace più piccolo rispetto ad altri, che permette di incentivare piccoli incarichi di creazione contenuti con denaro e altri premi.

Strategia di marketing raccomandata per: prodotti nel settore moda e tecnologia. Ed anche per brand lifestyle, che hanno l’opportunità di promuovere i loro prodotti mediante foto lifestyle, lavorando in particolare con gli influencer su Instagram.

Da leggere: Influencer Marketing su Instagram: come iniziare?

Guerilla Marketing

Non è necessario che il traffico al vostro sito provenga soltanto da strategie di marketing online. State impazzendo per riuscire a realizzare la prima vendita? Fate marketing offline per pubblicizzare di persona il vostro negozio.

Ad esempio, se vendete collari per cani, andate nel parco locale e distribuite dei volantini fermandovi a parlare con la gente.

Se potete facilmente trasformare i vostri prodotti in campioncini, considerate di distribuirne alcuni gratis. Oppure, magari, potete allestire uno spazio vendita offline temporaneo.

Fare Guerrilla Marketing richiede sia coraggio che creatività. Ma nel mondo connesso di oggi non vi è nulla di più facile che dire “Guarda il mio sito” a qualcuno che si trova offline e vedere questo invito tradursi in traffico online.

Strategia di marketing raccomandata per: attività locali o imprenditori che possono accedere a un luogo fisico dove si concentrano molti potenziali clienti. È specialmente di aiuto se non si hanno problemi a mettersi in gioco di persona.

Da leggere: Guerrilla Marketing e 5 strategie di marketing offline a basso costo

Riflettete sui dati: migliorerete ogni volta

Speriamo che a questo punto abbiate messo in atto abbastanza strategie di marketing per vedere un balzo in avanti del traffico. Magari siete riusciti a realizzare la prima vendita e non solo!

Questa sfida ha l’intento di allenarvi a generare continui feedback, esponendo il vostro negozio al traffico, stabilendo un benchmark per le sue performance e cercando quindi di migliorarlo.

Dunque ora potete cominciare a fare una diagnosi dei problemi del vostro negozio guardando alla dashboard dei dati analitici (sia su Shopify che su Google Analytics), così come ai feedback che avete ottenuto facendo una promozione incisiva.

Esistono varie possibili ragioni per le quali i clienti potrebbero non comprare nel vostro negozio; e voi potete formarvi un'opinione fondata su come si comporta il traffico:

  • Se avete un alto bounce rate (i visitatori entrano sul vostro sito e lo lasciano immediatamente) il traffico potrebbe essere di bassa qualità; oppure le pagine potrebbero impiegare troppo tempo a caricarsi (per quest’ultima ipotesi, potete fare un test qui).
  • Se nessuno dei vostri visitatori aggiunge prodotti al carrello, forse non vi siete rivolti al mercato giusto o non avete proposto il prodotto più adatto (nel qual caso, dovete identificare la nicchia che fa al caso vostro, oppure cambiare prodotto). In alternativa, è possibile che il negozio non appaia abbastanza affidabile agli occhi del pubblico.
  • Infine, se riscontrate che è molto frequente l’abbandono del carrello acquisti durante il check-out, forse dovete modificare le opzioni che riguardano la spedizione.

Sulla base di quello che avete appreso, potete iniziare ad apportare migliorie al vostro negozio. Così avrete più opportunità quando vi dedicherete nuovamente al marketing.

Da leggere: 5 segmenti Google Analytics per rendere più redditizio il vostro ecommerce

Occorre mettersi in gioco per realizzare la prima vendita e crescere

Incrementare il traffico significa creare un collegamento tra il vostro brand e i possibili acquirenti, in un contesto di possibilità sempre in crescita. È questo, in parte, ciò che rende il marketing così complesso: la presenza di così tante opportunità diverse.

Non esiste un unico approccio valido per chiunque. Esplorare, sperimentare, fallire e migliorare: questo è l'unico modo per individuare le migliori soluzioni di marketing per la vostra azienda. Dunque, date visibilità al vostro negozio, perché questo è l'unico modo per realizzare la prima vendita e per continuare a crescere.


Articolo originale di Braveen Kumar, tradotto da Maria Teresa Cantafora.

Argomenti: