Intervista con Learnn, Education Partner in Italia

Luca Mastella - Learnn: nuovo Shopify Education Partner

Qualche settimana fa ho avuto il piacere di fare una chiacchierata con Luca Mastella, CEO e Founder di Learnn, una piattaforma di e-learning che sta ridefinendo il concetto di apprendimento online. 

Oggi siamo felici di comunicarvi che Learnn è diventato Shopify Education Partner per l’Italia e vogliamo presentarvi Shopify con Andrea Nigro (ecommerce specialist e Shopify Partner), un corso in italiano che vi aiuterà a costruire e ottimizzare il vostro primo ecommerce partendo da zero.

Education Partner di Shopify

Il corso è incluso nell’abbonamento alla piattaforma Learnn al costo di 9,99 € al mese ma gli utenti Shopify possono accedere a una prova gratuita di 7 giorni cliccando qui sotto. 


Andiamo dunque alla scoperta di Learnn insieme al suo fondatore per scoprire com’è nato il progetto, a chi è destinato e in che modo può supportare un aspirante imprenditore digitale.

Benvenuto Luca! Raccontaci qualcosa di te, sei sempre stato appassionato di marketing?

Sì e no. Ho sempre avuto un certo interesse per tutto ciò che riguardava il mondo dell’online e dell’imprenditoria ma, in realtà, la mia carriera è iniziata sui campi da basket come giocatore professionista.

Mi sono trovato davanti a un bivio: stare in Italia e seguire la carriera da sportivo agonista oppure andare all’estero e frequentare un master. Diciamo che un grave infortunio ha chiuso una delle due porte e ho preso il primo volo per il mondo completando un master in Global Business.

Dopo diverse esperienze internazionali e nazionali all’interno di realtà come Marketers e accanto a professionisti come Marco Montemagno, ho deciso che era giunto il momento di avviare un progetto interamente mio. Ed è qui che nasce Learnn.

Parliamo di Learnn, qual è l’idea che sta alla base di questo progetto?

Learnn nasce da una visione ben chiara: applicare all’educazione il business model dell’intrattenimento. Siamo abituati a questa modalità di fruizione del tipo: acquisto un corso, lo completo, la mia formazione è terminata. Ma nel mondo del digital l’apprendimento continuo è un elemento chiave. 

Ecco allora la scommessa: creare un luogo dove professionisti e neofiti possano formarsi a 360° grazie alla costante creazione di contenuti e corsi con i migliori esperti del settore.

Tra i tanti corsi che proponete, avete deciso di creare un percorso esclusivamente dedicato a Shopify. Quali sono le ragioni che vi hanno portati a questa decisione?

In prima battuta, il corso Shopify nasce dalla mia diretta esperienza di marketer. Ho lavorato davvero con tante aziende e moltissime piattaforme ecommerce diverse ma, nonostante ciò, mi ritrovavo spesso e volentieri a consigliare Shopify.

I motivi sono diversi: il primo è che lo so usare molto bene, il secondo è che trovo faciliti l’accesso al mondo dell’ecommerce perché fornisce agli utenti delle soluzioni testate da Shopify e che funzionano molto bene nell’ambito dell’ottimizzazione delle vendite.

Trovo che Shopify abbia come obiettivo quello di garantire ai propri merchant il miglior risultato possibile e questo si traduce poi nella creazione di strumenti molto efficaci per la gestione di un ecommerce.

Oltre a questo, devo ammettere che ci sono arrivate tantissime richieste da parte dei nostri utenti. L’ecommerce sta vivendo un momento di forte interesse del resto.

Com’è stato strutturato il corso?

L’approccio Learnn è molto pratico con qualche elemento base di teoria, chiaramente, e poi c’è una parte che proviene dall’esperienza diretta e personale di chi tiene il corso. 

Il percorso Shopify con Andrea Nigro si compone di 24 microlezioni per una durata di 3 ore e 30. Siamo partiti da un’introduzione sul perché iniziare a vendere online, per poi passare alla creazione di un account Shopify. Successivamente abbiamo deciso di affrontare il tema dell’ottimizzazione di un ecommerce a tutto tondo: dalla SEO alla marketing automation, fino al recupero dei carrelli abbandonati. Vista la natura di Learnn, se un utente ha sete di conoscenza e vuole approfondire uno di questi temi variegati, abbiamo dei corsi verticali dedicati. 

L’ultima sezione, infine, è dedicata all’analisi di casi di studio reali

L’obiettivo di questo corso chiaramente è dare alle persone degli strumenti per lanciare il primo ecommerce con Shopify. Con il nostro istruttore, tuttavia, abbiamo cercato di fare un lavoro sugli errori che si possono fare in fase di lancio e promozione di un negozio online: questo proprio per dare valore all’esperienza del singolo professionista e, allo stesso tempo, dare ulteriori conoscenze ai nostri utenti.

A proposito di lanci di ecommerce, qual è la tua visione sull’ecommerce in Italia e nel mondo? A che punto siamo? Cosa ci manca?

Secondo me al momento c’è ancora tanto da fare perché l’ecommerce raggiunga il massimo del suo potenziale. Se guardiamo alla situazione attuale, ci sono tantissimi negozi online ma quelli che generano la maggior parte del fatturato mondiale sono davvero pochi, si potrebbe definire quasi un’elite. 

Per quella che è stata la mia esperienza fino ad oggi, il problema sta nelle basi. Magari un’azienda ha un prodotto fortissimo ma manca tutta la parte di branding oppure, al contrario, ci sono marchi fortissimi che hanno degli ecommerce con una navigazione ben lontana dalle best practice consolidate. 

Gestire un ecommerce richiede tantissime competenze: una persona deve saperne di funnel marketing, growth hacking, analytics, sponsorizzazioni, seo, social media… Praticamente una palestra per chi vuole diventare professionista. 

Allora perché, per esempio, non inserire la creazione e la gestione pratica di un ecommerce all’interno dei corsi di laurea? Perché non creare sin da subito quel mindset necessario per far crescere un business? C’è ancora tanta strada da fare, insomma.

Qual è l’elemento più sottovalutato da chi gestisce un ecommerce secondo la tua esperienza? 

100% il branding. Tutto parte dall’ambiguità di questo termine, perché branding può essere l’insieme dei valori immutabili di un business - che è quella in cui mi ci ritrovo di più - e dall’altro è l’estetica, cioè come il brand appare.

Il branding dev’essere la base che determina tutte le scelte strategiche riguardanti un’azienda. Un esempio molto pratico: se si lavora su un marchio di lusso, chiaramente i supersconti o le offerte in stile 2x1 fanno cadere tutta la credibilità costruita fino a quel momento.

In conclusione, per conoscere altri errori da evitare nella gestione di un ecommerce o lanciare il proprio negozio online partendo da zero, partite dal corso Shopify di Learnn. Potrete provarlo gratuitamente per 7 giorni cliccando qui sotto.