13 strategie per attirare clienti allo stand per eventi o fiere

attirare clienti allo stand

Se hai creato il tuo ecommerce oppure possiedi un negozio tradizionale e stai per partecipare alla tua prima fiera o mercato, probabilmente ti starai chiedendo come attirare clienti allo stand. 

Per i commercianti al dettaglio, allestire un’esposizione dedicata al proprio brand in occasione di eventi locali, come fiere e mercatini, può essere un’occasione entusiasmante e fuori dalla solita routine, ma anche impegnativa. 

Ogni dettaglio dell’allestimento, dalla collocazione dell’insegna ai cartellini con i prezzi, è determinante per attirare la clientela e generare vendite. Insomma, occorre un’attenta pianificazione. Perciò oggi vogliamo fornirti alcuni suggerimenti di visual merchandising, che troverai certamente utili.

Con un minimo d’impegno e pianificazione, e applicando le nostre 13 strategie, potrai attirare clienti creando un’esposizione elegante e coinvolgente. 

Come attirare clienti allo stand

attirare clienti allo stand mercato

Proprio come faresti per progettare l’esposizione in negozio, potrai applicare questi suggerimenti di visual merchandising nell’allestire il banco per un’esposizione o lo stand per un evento. Che si tratti di una sagra, di una fiera o di un mercatino, pensa alla tua area espositiva come ad una mappa o alla “vista aerea” del tuo brand.

Ecco qui di seguito 13 idee per attirare clienti al tuo stand.

1. Realizza una buona comunicazione

La prima strategia da mettere in atto per attirare clienti al tuo stand, prima ancora di partecipare alla fiera, è quella della comunicazione efficace.

Puoi rivolgerti ad un’agenzia oppure puoi gestire la cosa autonomamente. In tal caso, ecco ciò che dovrai tenere a mente e che può farti da guida per gestire la tua comunicazione nella fase preparatoria della partecipazione alla fiera:

  • inizia a parlare dell’evento qualche tempo prima, anche mesi se la fiera si svolge molto lontano da dove si trova il tuo negozio (se ne hai uno), per dare il tempo ai tuoi clienti di organizzare un eventuale viaggio;
  • utilizza tutti i mezzi di comunicazione che hai a disposizione. Se sei presente sui social (e ti consigliamo vivamente di fare social media marketing) crea dei post dedicati, arricchiscili con foto e descrizioni, utilizza anche immagini degli anni precedenti. Se il tuo è uno store online o se hai un sito, pubblica l’evento online. Se invece hai un negozio fisico posiziona del materiale informativo al suo ingresso e parlane con i tuoi clienti. Gli ultimi giorni prima dell’evento, realizza Instagram Stories dove racconti in cosa consiste e quanto il tuo team sia felice di parteciparvi. Infine, puoi creare degli Instagram Reels per raccontare la tua presenza lì: il viaggio per arrivare al luogo dell’esposizione e tutto ciò che accade nelle giornate dedicate all’evento (ricordati che è con la promozione che si può raggiungere la vendita multicanale);
  • sfrutta il potere dei social per far arrivare la tua comunicazione ovunque, ad esempio contattando un nano-influencer che farà in modo di attirare i suoi follower con la sua presenza al tuo stand.

Mettere in atto delle strategie di comunicazione già prima della realizzazione dell’evento è un ottimo sistema per iniziare fin da subito ad attirare clienti.

2. Studia l’evento e la clientela

cliente allo stand

Per avere idee per attirare clienti, una delle strategie migliori è quella di conoscere il pubblico con cui ci si dovrà interfacciare.

Prima di metterti in cerca di idee per allestire uno stand, considera il contesto dell’evento. 

  • Verifica chi è l’organizzatore e quali altri venditori parteciperanno;
  • controlla anche gli eventi che si sono tenuti gli anni precedenti nella stessa location

Ciò ti aiuterà a capire meglio l’obiettivo dell'evento, chi sono i tuoi potenziali clienti e il motivo della loro partecipazione.

Inoltre, esamina tutte le foto degli eventi passati che riesci a trovare, in modo da poter vedere alcuni dei clienti con cui ti troverai ad interagire. 

Poi poniti queste semplici domande, per capire meglio chi sono i tuoi clienti, perché sono interessati all’evento e cosa puoi offrire loro:

  • qual è la fascia d'età prevalente?
  • quale potrebbe essere il loro reddito?
  • per quale motivo partecipano all'evento?
  • quali hobby o interessi hanno?

È anche possibile contattare gli organizzatori della fiera, per richiedere alcune informazioni demografiche sui partecipanti. Talvolta, nei grandi eventi, questi dati sono accessibili ai venditori come parte del loro kit multimediale.

Fare una breve ricerca prima dell’evento per rispondere a queste domande è una questione di due diligence. Ti aiuterà a determinare con precisione il tuo target per l’evento, stabilendo, in base a interessi ed esigenze del pubblico, quale merce proporre nel tuo stand.

3. Scegli un tema

Individuato il segmento di pubblico a cui l'evento è destinato e i suoi bisogni e interessi, è il momento di buttare giù idee per allestire uno stand  cercando un tema adatto alla tua esposizione. 

Ma come farsi venire delle buone idee? Facendo brainstorming. Singolarmente o con i membri del tuo team butta giù una serie di idee, anche quelle che ti sembrano stupide e vedrai che in poco tempo riuscirai a trovare qualcuna valida per il tema del tuo stand.

Ma prima, ricorda uno dei più popolari suggerimenti di visual merchandising: l’esposizione deve raccontare una storia o trasmettere un messaggio visivo, proprio come un negozio o un sito web.

Un ottimo punto di partenza è scegliere un abbinamento di colori che funziona. Probabilmente avrai già una determinata gamma di colori che regolarmente utilizzi per il tuo brand. Ma se vuoi dare al tuo stand un tocco di colore diverso o desideri utilizzarli consapevolmente, ecco qualche suggerimento per utilizzare al meglio la psicologia dei colori.

Esistono diversi schemi cromatici tra cui scegliere. I colori complementari, ovvero i colori che si trovano in posizioni opposte sul cerchio cromatico, possono essere fonte di distrazione, se usati in modo errato.

Utilizzare gli schemi cromatici per attirare clienti allo stand

Per stabilire quali gruppi di colori possano valorizzare il tuo stand, aiutati con la ruota dei colori e i seguenti 4 schemi cromatici:

schemi cromatici per stand

 

Fonte immagine: Colorepuro
  • Colori complementari: sono opposti gli uni agli altri sulla ruota dei colori. Questo tipo di combinazione serve a dare più vitalità a un punto focale. Esempio: viola e giallo.
  • Colori analoghi: sono uno accanto all'altro sulla ruota dei colori. Una combinazione simile aiuta a dare più calore e allegria. Esempio: blu, viola e magenta.
  • Schema di colori triadico: utilizza toni equamente distanziati nella ruota dei colori, formando un triangolo perfetto. Come avviene per le combinazioni di colori complementari, i colori triadici aggiungono vivacità; in questo caso però i colori usati per accentuare e bilanciare il primo sono due. Esempio: viola, arancione e verde.
  • Schema di colori tetradico: utilizza quattro tinte che creano un rettangolo perfetto sulla ruota dei colori. Si tratta di una combinazione di colori molto ricca. C’è un colore dominante e si crea un equilibrio tra colori freddi e caldi. Esempio: rosso, arancione, verde e blu.

Per determinare più agevolmente quale combinazione di colori usare per attirare la clientela, innanzitutto pensa a come vuoi che i tuoi clienti si sentano guardando il tuo stand. Poi valuta se il tema cromatico prescelto si abbina bene ai colori del tuo brand e ai tuoi prodotti. In questo modo, riuscirai a individuare il messaggio visivo più adatto alla tua esposizione.

Ad esempio: se vendi prodotti naturali, un tema ispirato alla natura è perfetto come messaggio visivo. Abbellisci la tua esposizione con delle belle foglie e dei fiori freschi, nei toni del verde, blu e marrone. In una cornice di questo tipo, i prodotti saranno valorizzati e appariranno ancor più naturali.

SUGGERIMENTO: Se è una soluzione adatta al tuo tema, aggiungi fiori freschi all’esposizione: aiutano a far sentire le persone a proprio agio e rilassate.

4. Ricerca la semplicità

Il passaggio successivo nella fase di pianificazione è quello di iniziare a mettere insieme i primi elementi dell’esposizione. Ma la cosa più importante è che tutto dovrà essere molto semplice, pulito e ordinato. Di solito ciò che è ben ordinato risulta esteticamente attraente.

esposizione merce

Tra le strategie per attirare la clientela è molto importante applicare quella del less is more. Un allestimento semplice e ben organizzato consentirà ai tuoi articoli (e alle informazioni sui prodotti) di risaltare al massimo e i clienti non saranno distratti dalla confusione.

esposizione stand

In definitiva, quel che è facile da vedere è facile da acquistare.

5. Accendi i riflettori

Le idee per attirare clienti possono essere davvero infinite, soprattutto se sei in grado di giocare con le luci che hanno un valore incredibile se ben utilizzate.

Le luci, infatti, creano un interesse visivo e aiutano a evidenziare i punti focali dell’esposizione. Prova a utilizzare l’illuminazione d’accento per convogliare l’attenzione sui prodotti che vuoi non passino inosservati.

Suggerimenti di visual merchandising | Esposizione merce illuminazione d'accento

Fonte immagine: Pinterest

Ad esempio, se decidi di utilizzare una parete da esposizione o scaffali alti, non scordare di evidenziare anche tali aree con delle luci: gli articoli collocati più in alto sono in genere il punto focale per i clienti.

Suggerimenti di visual merchandising | Esposizione e punti focali

Fonte immagine: Pinterest

6. Ricerca l’equilibrio

Ora è importante notare che non ogni elemento può essere un punto focale dell’esposizione. Devi essere in grado di creare un equilibrio tra gli elementi che attirano l'attenzione e quelli funzionali a valorizzare l’insieme.

Per farlo, tieni presente uno dei più comuni suggerimenti di visual merchandising: la regola del tre. Secondo questa regola occorre creare simmetria ed equilibrio, poiché gli studi dimostrano che l'occhio umano tende a considerare la simmetria più attraente.

Ad esempio, disporre tre elementi in fila con quello al centro più in alto crea un equilibrio e mette il focus sull’elemento centrale; invece, i due elementi ai lati sono funzionali a far risaltare il primo. In questo caso, l’elemento centrale dev’essere più vivace o più grande, in modo da attirare clienti su un’area chiave dell’esposizione.

Suggerimenti di visual merchandising | Regola del tre

Fonte immagine: Pinterest

Scelta dei supporti per esporre i prodotti

Dopodiché, valuta quali supporti utilizzare. È vero che scaffali ed espositori ampliano lo spazio per disporre i prodotti, ma, se vuoi attirare clienti e non creargli confusione, evita di presentargli una miriade di prodotti. Quindi, sì agli scaffali purché siano utilizzati con parsimonia ed efficacia, in modo da mantenere l'equilibrio in tutto il banco o lo stand.

Ecco alcune cose da considerare per utilizzare efficacemente le installazioni nell’esposizione:

  • Installa i supporti in modo che i prodotti siano collocati nella linea visiva del cliente
  • Assicurati che non siano di ostacolo al passaggio
  • Utilizza i supporti per attirare l'attenzione su prodotti specifici
  • Scegli supporti abbinati al tuo tema, in modo che contribuiscano a rendere armoniosa la presentazione.

Come collocare bene l’insegna per attirare clienti allo stand 

Infine, non dimenticare la “segnaletica”. Un’insegna mal posizionata può rovinare istantaneamente l’equilibrio dell’esposizione; quindi, la sua posizione dev’essere strategica.

Assicurati che non alteri l’armonia dello stand, ma allo stesso tempo che sia visibile da lontano.

7. Mostra i prezzi

Sembra una cosa ovvia, ma molti venditori se ne dimenticano nell’allestire l’esposizione per un evento: i cartellini dei prezzi. Quando fai la spesa, cosa pensi se un prodotto è senza prezzo? Probabilmente, che è molto caro.

Quindi, non lasciare spazio alle supposizioni, altrimenti i clienti potrebbero pensare che il tuo prodotto sia fuori dalla loro portata.

Prova questi metodi per aggiungere i cartellini dei prezzi alla tua merce:

  • Fai da te: realizza artigianalmente i cartellini dei prezzi. Non solo ridurrai le spese, ma aggiungerai anche un tocco di creatività al tuo stand. Ecco un'idea semplice: crea i cartellini con del cordoncino, un timbro grazioso, una penna ed etichette per la vendita.
  • Stampanti per codici a barre: disponibili a diversi prezzi, le stampanti per codici a barre o etichettatrici offrono un approccio rapido, semplice e professionale all'aggiunta dei prezzi della merce.
  • Modelli: con una rapida ricerca su Google, troverai innumerevoli idee e modelli per i cartellini dei prezzi, stampabili anche a casa.
  • Etichette: se sei a corto di tempo o denaro, acquista delle piccole etichette in un qualsiasi negozio di forniture per ufficio e con precisione scrivi il prezzo personalmente. Questo approccio è semplice, ma può comunque aggiungere un po’ di personalità all’esposizione.

Suggerimento pro: se utilizzi adesivi per i cartellini dei prezzi, assicurati che possano essere rimossi facilmente e che l'adesivo non rovini la merce.

8. Dai spazio alla creatività

Se ti stai ancora chiedendo come attirare clienti allo stand allora valuta anche quella che tra le strategie di visual merchandising è forse quella più importante e difficile: la creatività. 

Dare spazio alla propria creatività e soprattutto divertirsi contribuirà a catturare l’interesse dei clienti per i tuoi prodotti ed entusiasmerà anche te.

Qualche idea?

  • Sfrutta il fascino della luce tremolante di alcune candele, che aggiungono un po’ di dinamismo al tuo stand. 
  • Utilizza la tecnologia, crea un un video di presentazione della tua attività e mostralo ai tuoi clienti con il supporto di un semplice tablet. 
  • Consenti ai tuoi clienti di interagire col tuo brand, crea dei giochi (digitali e non), come cacce al tesoro, indovinelli, trucchi di magia.
  • Realizza piccoli gadget fatti a mano o personalizzati al momento per il cliente.

Insomma, non mettere limiti alla tua fantasia!

Suggerimenti di visual merchandising | Stand espositori

Fonte immagine: Pinterest

9. Pianifica l’esposizione

Adesso che hai capito come attirare clienti allo stand è il momento di pianificare l’esposizione e per questo dovrai creare un planogramma. Si tratta del diagramma che individua il posizionamento dei prodotti all’interno dello stand, con l’obiettivo di massimizzare le vendite. È lo strumento di visual merchandising perfetto per aiutarti a decidere come e dove mostrare i prodotti, per potenziare il messaggio visivo e realizzare più vendite.

Se non sai da dove cominciare o il termine “planogramma” ti intimidisce, non temere. Molte aziende hanno ideato software facili da usare, che aiutano a creare planogrammi personalizzati. Tra questi:

La maggior parte di questi programmi ha un’interfaccia intuitiva e ben progettata per ottimizzare lo spazio e le vendite. SmartDraw e Shelf Logic offrono anche un periodo di prova gratuito.

Se non puoi permetterti di acquistare un software, puoi procedere come fanno in molti: con carta e penna. La buona notizia è che creare un planogramma per lo stand di un evento non è complicato. Tutto ciò che serve è una matita, un pezzo di carta, un righello e un metro.

  1. Se conosci le dimensioni dell'area del tuo banco o stand, disegnale su un foglio di carta, con la lunghezza indicata per ciascun lato.
  2. Posiziona fisicamente la merce che vuoi vendere in un’area libera che riproduca quella dello stand. Gioca con diversi tipi di disposizione, tenendo a mente il tema e i punti focali. Questo ti aiuterà anche a determinare se hai bisogno di supporti aggiuntivi, come espositori o scaffalature.
  3. Una volta trovata la soluzione ideale, disegna i prodotti sul planogramma in scala, utilizzando la proporzione di 1:30 cm, e ricorda di etichettare tutti i prodotti e di prevedere un’insegna per la tua attività.

planimetria stand

Fonte immagine: Pinterest

10. Tieni pronte le scorte

Se seguirai questi suggerimenti di visual merchandising, sicuramente i tuoi prodotti andranno a ruba. Quindi, meglio tenersi pronti a rifornire l’esposizione.

Se non porti con te degli articoli in più per rimpiazzare man mano i prodotti venduti, c’è il rischio che il tuo stand inizi a sembrare spoglio. Secondo Angie Bell, autrice di “Retail Rebranded: 27 segreti dei leader del mercato”, lo spazio vuoto ha alcune conseguenze sgradite. “La mancanza dei prodotti disturba i clienti, che quindi tendono a rivolgersi a uno dei concorrenti per ciò di cui hanno bisogno”.

Munisciti quindi  di scatole aggiuntive di merce. Ricordati di tenere le scatole fuori dalla vista e in un luogo dove non creano ingombro, per non alterare l’armonia dell’esposizione e lasciare ai clienti lo spazio per muoversi liberamente.

11. Coinvolgi il pubblico

Per attirare la clientela, un aspetto importantissimo che dovrai tenere ben a mente è il rapporto con ogni cliente. Cerca di coinvolgerlo, accoglilo calorosamente, non restare dietro al banco piuttosto esci, invitalo, prendi l’iniziativa.

Stabilire una connessione con il cliente ti permetterà di farlo sentire a casa, rilassato e lo predisporrà diversamente nei confronti tuoi e del tuo brand.

Una volta stabilita la connessione, prova a rafforzare il legame, fagli delle domande, rendilo protagonista e partecipe ma non restare sulle tue, racconta anche tu chi sei, fai un po’ di storytelling.

Sii gentile e sorridi, offri uno spuntino e dei gadget e ricordati che i tuoi obiettivi sono vendere e fare lead generation, ovvero acquisire contatti. Se non riesci a concludere la vendita, non scoraggiarti e cerca di raccogliere i dati del tuo cliente attraverso uno dei giochi o strategie che utilizzerai per attirarlo allo tuo stand. 

Ecco alcune idee che ti aiuteranno ad attirare clientela e a coinvolgerla:

  • distribuisci volantini all’ingresso della fiera invitandoli a passare al tuo stand per l’ora x o l’evento y;
  • realizza aperitivi all’ora di pranzo, quando la fame si fa sentire le persone saranno più interessate agli stand con del cibo;
  • se l’immagine del tuo brand lo permette, organizza dei giochi come indovinelli, caccia al tesoro, test e gare e scatta delle foto durante le esibizioni. In questo modo otterrai due risultati: potrai raccogliere i contatti dei tuoi potenziali clienti e, condividendo le foto sui social, mostrerai com’è divertente il tuo stand. Fai attenzione a chiedere sempre il permesso per pubblicarle, facendo firmare una liberatoria;
  • offri il wifi gratis, cercando sempre di coinvolgere il pubblico ad esempio fornendo la password soltanto a chi risolve un enigma;
  • crea dei video interattivi a cui le persone possano partecipare e non visionarli staticamente, ad esempio cliccando sul monitor o interagendo in qualche modo;
  • a seconda di quello che offre il tuo brand proponi dei laboratori didattici di pochi minuti con degli esperti. Se ad esempio vendi vasi e piante, organizza delle piccole lezioni di giardinaggio.

12. Sfrutta l’importanza dei 5 sensi

realtà virtuale 5 sensi

Quando la connessione sarà abbastanza forte, invita i tuoi clienti a provare uno dei tuoi prodotti. Che si tratti di una crema per il viso, di un bracciale o di un prodotto tecnologico, fà che interagiscano con esso.

Ad esempio, se il tuo è un brand che si occupa di tecnologia, utilizza gli strumenti che hai a disposizione come smartphone, tablet, app, visori per la realtà aumentata per fare in modo che il tuo pubblico veda con i suoi occhi o tocchi con mano ciò che stai vendendo.

Utilizza la musica, i suoni della natura o qualsiasi altro effetto acustico che si adatti al tuo brand per attirare clienti.

L’esperienza pratico-percettiva è il sistema migliore per catturare la loro completa attenzione.

Ma i nostri sensi non si limitano alla vista e al tatto e all’udito. L’olfatto, ad esempio, è tra i più istintivi dei 5 sensi. Secondo il marketing olfattivo, i profumi hanno un enorme potenziale: creano un ambiente tranquillo e rilassato, trasmettono una sensazione di cura e pulizia, spingono la clientela a restare un tempo maggiore nei locali espositivi e di conseguenza contribuiscono ad aumentare le vendite.

Ultimo, ma non ultimo, è il senso del gusto. Se vendi vino o prodotti alimentari, è inutile dire che rappresenta il senso più importante. Ma anche se il tuo brand si occupa d’altro, non scartare l’idea di offrire alla clientela uno spuntino. Sarà un’ottima occasione per il personale dello stand per instaurare un dialogo, magari con qualche battuta. 

13. Regala gadget

Vuoi sapere come attirare clienti allo stand? Regala gadget. Tutti vogliamo i gadget di una fiera, è un po’ come prendere un souvenir. Quello che devi fare è cercare di differenziarti creando gadget davvero originali e diversi da tutti gli altri. Realizza un prodotto che sia davvero utile per chi lo riceve, che riporti il tuo marchio e che sia sempre in tema con il tuo brand.

APPROFONDIMENTI: Per ulteriori consigli di visual marketing: 10 potenti tecniche di visual merchandising spiegate dagli esperti.

Come attirare clienti allo stand: conclusioni

Il visual merchandising non è utile solo ai negozi. Può esserlo anche in occasione di eventi come mercatini, sagre e fiere commerciali, a prescindere dallo spazio espositivo a disposizione.

Con questi 13 suggerimenti di visual merchandising, puoi creare delle esposizioni davvero coinvolgenti fin nei minimi dettagli e attirare la clientela puntando soltanto sulle tecniche di esposizione e coinvolgimento del pubblico.


Articolo originale di Jen Hasty, tradotto da Maria Teresa Cantafora.

 

Come attirare clienti allo stand: domande frequenti

Come attirare persone allo stand?

Ecco 13 strategie che ti aiuteranno ad attirare clientela:
  1. Realizza una buona comunicazione
  2. Studia l’evento e la clientela
  3. Scegli un tema
  4. Ricerca la semplicità
  5. Accendi i riflettori
  6. Ricerca l’equilibrio
  7. Mostra i prezzi
  8. Dai spazio alla creatività
  9. Pianifica l’esposizione
  10. Tieni pronte le scorte
  11. Coinvolgi il pubblico
  12. Sfrutta l’importanza dei 5 sensi
  13. Regala gadget

Come comportarsi in fiera?

Il cliente è il centro del tuo universo, tutto ciò che fai, dalla comunicazione prima dell’evento alla vendita del prodotto, deve essere realizzato pensando a lui. Cerca di capire chi è il tuo cliente, quando si avvicina allo stand dagli il tempo di guardarsi intorno poi però stabilisci un contatto, a volte basta un sorriso. Dopodiché prova a stabilire una connessione e inizia e raccontare il tuo brand. Se ne hai la possibilità fai leva su tutti e 5 i sensi. Fagli toccare con mano i tuoi prodotti, metti della musica, utilizza delle essenze profumate rilassanti, realizza un’esposizione pulita e ordinata gradevole alla vista. Se vendi prodotti alimentari falli assaggiare, altrimenti non dimenticare di offrire uno spuntino e/o un gadget.

Come creare il proprio stand?

Lo stand deve essere un luogo raccolto e accogliente. Utilizza la giusta illuminazione per mettere in luce i tuoi prodotti. Distribuisci la merce in maniera ordinata mostrando i prezzi e cerca di creare armonia di colori e dimensioni. Cerca creatività ma anche equilibrio.
Argomenti: