Packaging ecosostenibile: cos'è e 8 idee per ridurre l'impatto delle tue spedizioni

Packaging ecosostenibile

I consumatori sono sempre più attenti alle loro abitudini di acquisto. Cercano prodotti ecocompatibili e prediligono le aziende che adottano spedizioni a basso impatto ambientale con soluzioni di packaging ecosostenibile.

Questa tendenza interessa particolarmente il settore delle vendite online, vista la centralità delle spedizioni ecommerce: secondo i dati più recenti, il 68% degli italiani afferma di essere più consapevole rispetto a cinque anni fa sulla scelta di packaging eco-friendly (Osservatorio sull'Innovazione del Packaging, 2021) e il 34% indica la sostenibilità ambientale come uno dei principali fattori che influenzano la scelta di un prodotto da acquistare (Nomisma, 2022).

Ma quindi, cos'è il packaging ecosostenibile e come ridurre l'impatto ambientale delle tue spedizioni online? Quali sono i materiali sostenibili da scegliere per un packaging eco-friendly?

Ecco tutto quello da sapere sulle soluzioni di packaging ecosostenibile e come ridurre l'impatto delle spedizioni con 8 idee green per il tuo negozio online.



Cos'è il packaging ecosostenibile?

Il packaging ecosostenibile è una tipologia di packaging per ecommerce che non crea impatto ambientale: al contrario, cerca di ridurlo o compensarlo per permettere di spedire a impatto zero.

Le spedizioni eco-friendly o a basso impatto si basano su tre caratteristiche principali:

  • Utilizzo di materiale da imballaggio riciclato al 100% o compostabile;
  • Eliminazione della dipendenza da catene logistiche o di produzione per ridurre l’impatto ambientale della spedizione (es. spedizione a corto raggio);
  • Riutilizzo di packaging e materiali da imballaggio per spedizioni multiple.

Perché scegliere soluzioni di packaging eco-friendly?

Le soluzioni di packaging ecosostenibile hanno un ruolo fondamentale nella riduzione dell'impatto ambientale delle spedizioni: nel 2021, le spedizioni globali hanno emesso 940 milioni di tonnellate di CO2, pari a circa il 2,5% delle emissioni globali di anidride carbonica (UKRI, 2022).

I consumatori, inoltre, sono sempre più attenti alla sostenibilità dei propri acquisti e prediligono soluzioni di packaging eco-design: in questo senso, gli shopper italiani sono tra i più virtuosi e l'89% dei connazionali che dichiara di compiere almeno una scelta al giorno per ridurre l'impatto ambientale; inoltre il 28% afferma di scegliere un prodotto in base alla sostenibilità del packaging (Nomisma, 2022).

La sostenibilità del packaging influenza la scelta di un prodotto

Per le aziende, puntare sulla sostenibilità non è solo una scelta responsabile, ma anche indispensabile per vendere con successo: trascurare l'aspetto green delle proprie spedizioni comunica un pessimo messaggio che allontanerà sempre più clienti, soprattutto quelli che mettono l'impatto ambientale al primo posto e che rappresentano una nicchia di mercato sempre più numerosa.

Quali materiali scegliere per imballaggi eco-friendly?

Materiali per imballaggi eco-friendly

Quando si tratta di scegliere soluzioni di packaging ecologico, è importante trovare i materiali e gli imballaggi ecosostenibili più adatti alle tue esigenze di spedizione: oltre a ridurre l'impatto ambientale, proteggeranno la merce per evitare che subisca danni durante il trasporto.

Quindi, sono i migliori materiali eco-design da scegliere per il tuo packaging ecosostenibile?

  • Carta e cartone: ottenuti dagli alberi, riciclabili e completamente biodegradabili, la carta e il cartone sono i materiali da imballaggio eco-friendly per eccellenza. La carta può essere riciclata fino a 7 volte: ciò significa che puoi utilizzarla per soluzioni di packaging riutilizzabile.
  • Polpa di cellulosa: è un composto di origine vegetale realizzato con fibre vergini derivanti dagli scarti di lavorazione della canna da zucchero e del bamboo. Si tratta di un materiale ecologico, biodegradabile e compostabile al 100%.
  • Bioplastiche compostabili: sono specifiche tipologie di materiali plastici compostabili, tra cui il Mater-Bi, il PLA (Acido Polilattico) e il Cellophane.
  • Materiali sostenibili innovativi: infine, gli ultimi sviluppi di eco-design hanno permesso la produzione di imballaggi ecosostenibili derivanti dalla lavorazione di materie prime naturali come mais, funghi e alghe.

Ora che abbiamo visito cos'è il packaging ecosostenibile, quali sono i migliori materiali da imballaggio ecologici e l'importanza di scegliere soluzioni eco-friendly, ecco 8 idee pratiche per ridurre l'impatto ambientale delle tue spedizioni.

Come ridurre l'impatto ambientale delle spedizioni: 8 idee

Ecco 8 soluzioni eco-friendly per ridurre l'impatto delle spedizioni:

  1. Offri spedizioni a emissioni zero con i crediti di carbonio
  2. Raggruppa le spedizioni
  3. Utilizza packaging sostenibile e riciclabile
  4. Offri un programma di reso per i contenitori di prodotto vuoti
  5. Ricicla per conto dei fornitori e offri articoli shipping-friendly
  6. Collabora con i grossisti limitando le spedizioni singole e quelle per i resi
  7. Riduci le dimensioni del packaging
  8. Utilizza buste per spedizioni compostabili

1. Offri spedizioni a emissioni zero con i crediti di carbonio

Eric e Yana Dales si sono incontrati mentre svolgevano attività di aiuto umanitario a Dhaka, in Bangladesh. Operando in un centro di produzione di abbigliamento, i due hanno constatato il degrado ambientale e sociale derivante dall'uso di materie prime e condizioni di lavoro non sostenibili da parte del fast fashion. Anziché criticare i grandi player del mercato, hanno deciso di dar vita al loro brand di moda ideale.

Vestito colorato indossato da Yana Dales, fondatrice di TAMGA Designs sulla spiaggia
La co-fondatrice di TAMGA Designs, Yana Dales, indossa uno degli abiti del brand. TAMGA Designs

La coppia ha fondato TAMGA Designs per creare un movimento sostenibile nel settore della moda, sviluppando un'azienda attenta allo stile, alle persone e al pianeta. L’obiettivo principale era non contribuire alla deforestazione praticata nelle antiche giungle indonesiane. I Dales hanno trovato un partner produttore di tessuti in eucalipto e faggio coltivati in modo sostenibile; e usano questi tessuti per creare capi colorati con tinture a basso impatto. Una volta che l'azienda è cresciuta, Eric ha riflettuto su come i capi venissero:

  • acquistati in Asia
  • spediti negli stabilimenti in Canada
  • e infine inviati ai clienti in oltre 25 paesi diversi.
Il team di TAMGA Designs: i fondatori Yana Dales (sinistra) ed Eric Dales (centro) e la responsabile del design Anna Valero Domenech (destra)
Il team di TAMGA Designs: i fondatori Yana Dales ed Eric Dales e la responsabile del design Anna Valero Domenech. TAMGA Designs

Crediti di carbonio

Con tutti i chilometri che i loro indumenti percorrevano, i Dales si sono posti l'obiettivo di diventare un'azienda a zero emissioni. Hanno deciso di compensare con crediti di carbonio l’impatto ambientale prodotto dall'evasione degli ordini. “Abbiamo valutato le emissioni di carbonio per chilometro, per ogni chilogrammo di capi d'abbigliamento, con diversi metodi di trasporto” racconta Eric. “Abbiamo un grande foglio di calcolo e, alla fine del mese, facciamo il conteggio e acquistiamo crediti per compensare le emissioni”. TAMGA condivide apertamente il suo modo di procedere, nella speranza di creare sistemi che altre aziende possano seguire.

Packaging sostenibile Buste per abiti compostabili e biodegradabili utilizzate da TAMGA Designs
Buste per abiti compostabili e biodegradabili utilizzate da TAMGA Designs. TAMGA Designs

TAMGA Designs confeziona ciascuno dei suoi capi in buste di manioca biodegradabile al 100% che si decompongono in assenza di aria. Eric ritiene che i soldi e il tempo spesi per la ricerca siano ben investiti. “È davvero importante per le piccole imprese sapere che questo non incide sulla loro redditività” afferma. “Nel lungo periodo, onestamente riteniamo che l’impatto sui nostri profitti sia positivo; infatti i clienti notano e apprezzano quel che facciamo”.

2. Raggruppa le spedizioni

Harriet Simonis, David Fragomeni e Scott Ferguson sono diventati amici mentre vivevano a Bali. Qui, facendo surf, hanno constatato con dispiacere che il mare era invaso da rifiuti in plastica e vecchie reti da pesca. Quel momento è servito da catalizzatore per l'adozione dello stile di vita a zero rifiuti che praticano ancora oggi. Ma nel cercare prodotti eco-friendly e rispettosi dell'ambiente, hanno notato una contraddizione. “Un sacco di prodotti ecocompatibili vengono confezionati con la plastica”, afferma Harriet. “Così i benefici vengono praticamente annullati”.

Il trio, determinato a creare una soluzione senza questi compromessi, ha fondato Zero Waste Cartel. Si tratta di un brand che vende prodotti ecologici per il bagno, il corpo e la cucina in un packaging ecosostenibile (riutilizzabile o biodegradabile).

I fondatori di Zero Waste Cartel, David Fragomeni (a sinistra), Harriet Simonis (al centro) e Scott Ferguson (a destra)
I fondatori di Zero Waste Cartel, David Fragomeni (a sinistra), Harriet Simonis (al centro) e Scott Ferguson (a destra). Zero Waste Cartel.

Il loro impegno per un mondo senza plastica è stato accompagnato da una serie di sfide. Ad esempio, Harriet racconta delle difficoltà affrontate per trovare un magazzino disposto a utilizzare effettivamente le loro buste per spedizioni compostabili (il che richiede più tempo e uno sforzo maggiore). Poi hanno trovato un partner idoneo negli Stati Uniti, da cui provengono molti dei loro ordini. E questo ha ulteriormente ridotto l’impatto ambientale del brand, accorciando la distanza magazzino-clienti, quindi il tragitto di spedizione.

Gli spazzolini da denti in bambù venduti solo in confezioni da 10 sono un esempio di spedizione eco-compatibile di Zero Waste Cartel
Gli spazzolini da denti in bambù venduti solo in confezioni da 10 sono un esempio di spedizione eco-compatibile di Zero Waste Cartel. Zero Waste Cartel

Confezioni multiple

Preferiamo raggruppare le spedizioni, perché il cliente risparmia ed è meglio anche per l’ambiente” afferma Harriet. Per mantenere l'impegno assunto a difesa dell'ambiente, l'azienda ha dovuto assumere alcune decisioni. Ad esempio, Zero Waste Cartel vende i propri spazzolini da denti in bambù solo in confezioni multiple, da 10 pezzi.

L'obiettivo è incoraggiare i clienti a pianificare gli acquisti o a condividere gli ordini, per spedizioni più sostenibili. Quella che poteva sembrare una policy inflessibile ha invece ottenuto il favore dei clienti di Zero Waste Cartel; questi riconoscono il valore degli acquisti in blocco sia per il pianeta che per il loro portafogli.

3. Utilizza packaging sostenibile e riciclabile

Nel 2016 Roth Martin e Stephen (Hawthy) Hawthornthwaite hanno ideato delle scarpe fatte con bottiglie di plastica, denominate le Rothy's. Hanno un bel design, sono resistenti e lavabili in lavatrice. Attribuendo una grande importanza sia allo stile che alla sostenibilità, le Rothy’s vantano tra le loro fan la duchessa del Sussex Meghan Markle e la top model Karlie Kloss.

Cinque ragazze di GRLSWIRL in posa per Rothy's in una collaborazione per un'edizione limitata
Rothy's collabora spesso con altre realtà per progettare prodotti in edizione limitata. Qui la collaborazione con GRLSWIRL: un gruppo fondato da alcune skater donne. Rothy's

Lauren Taflinger, direttore di produzione di Rothy's, afferma che l'azienda ha riconvertito oltre 34 milioni di bottiglie d'acqua fino ad oggi. Il processo di produzione include la lavorazione a maglia anche della tomaia delle scarpe, nella forma desiderata. Questo dà luogo a scarti virtualmente pari a zero, a differenza di quanto avviene con il taglio tradizionale, dove il 30-40 % del materiale viene sprecato. Come TAMGA Designs, anche Rothy's compensa le emissioni di carbonio derivanti dalla produzione e dall'evasione degli ordini collaborando con Envira Amazonia Project per finanziare servizi ecosistemici e progetti di conservazione delle foreste.

Ballerine a punta leopardate, ballerine zebrate a punta, sneakers bianche, ballerine a punta rosse e ballerine originali con stampa zebrata indossate da modelle
Le Rothy’s in vari modelli: ballerine classiche, ballerine a punta e sneakers. Rothy's

Riciclo del packaging

Il team di Rothy's ha adottato un approccio logico per ridurre gli sprechi. “Anziché spedire una scatola all'interno di una scatola, destiniamo le nostre scatole di scarpe anche a spedizioni e resi” afferma Lauren. Le scatole vegane e biodegradabili di Rothy's sono realizzate all'85% in materiali riciclati post-consumo. Attualmente il team sta studiando come trarre vantaggio dallo spazio esistente sulla scatola interna e sulla carta da imballaggio per evitare la stampa su fogli a parte delle informazioni per la cura delle scarpe e per i resi. In questo modo, Rothy's spera di ridurre l'uso di biglietti di carta aggiuntivi, rendendo ancora più versatili le proprie confezioni.

Packaging sostenibile Scatole biodegradabili di Rothy's
Le scatole biodegradabili di Rothy's sono abbastanza resistenti da poter essere spedite senza un ulteriore involucro. Rothy's

La scelta di Rothy's in fatto di sostenibilità, a partire dai prodotti fino al packaging, consiste nel ripensare i dettagli in modo che ogni componente dell'ordine di un cliente produca meno rifiuti.

4. Offri un programma di reso per i contenitori di prodotto vuoti

Dietro al brand Meow Meow Tweet ci sono due visual artist: Tara Pelletier e Jeff Kurosaki, partner commerciali e anche nella vita privata. Meow Meow Tweet è un'azienda di prodotti biologici per la cura della pelle, nota per le adorabili illustrazioni di animali sul suo packaging sostenibile. L'amore dei due per gli animali è la motivazione che sta alla base del loro stile di vita vegan. Ed è anche il fattore che li ha ispirati a creare prodotti a base di oli vegetali biologici non raffinati, oli essenziali spremuti a freddo ed estratti vegetali.

Deodoranti stick Eucalyptus Lemon allineati, confezionati in tubi di carta compostabile
Deodoranti stick Eucalyptus Lemon allineati, confezionati in tubi di carta compostabile. Meow Meow Tweet

Jeff e Tara vogliono che ogni cosa che creano torni alla terra o sia riutilizzabile. Perseguendo tale obiettivo, nel processo di spedizione utilizzano palline da imballaggio biodegradabili e nastro di carta non rinforzata. I loro prodotti solidi, come deodoranti, saponi e balsami per labbra, hanno un packaging ecosostenibile in carta biodegradabile; mentre i prodotti liquidi come detergenti, tonici e crema solare, richiedono bottiglie in vetro o alluminio; e talvolta pompe di plastica che devono essere riciclate da TerraCycle, un'azienda che offre vari programmi per articoli difficili da riciclare.

Una bottiglia di Meow Meow Tweet's Everyday Sunscreen
Meow Meow Tweet incoraggia gli acquirenti della sua protezione solare quotidiana a riutilizzare, riciclare o restituire la bottiglia di alluminio del prodotto e la pompa in plastica. Meow Meow Tweet

App per il reso dei contenitori di prodotto vuoti

Il riutilizzo e la riconversione sono due dei principi fondamentali di Meow Meow Tweet. L'azienda offre un programma di reso per le bottiglie e i contenitori vuoti dei prodotti attraverso Returnly, un'app di Shopify; questa consente ai clienti di spedire facilmente indietro i contenitori vuoti per essere sterilizzati e ricaricati con altri prodotti Meow Meow Tweet. Data l'adozione di questo sistema, i clienti sono disponibili ad accettare le imperfezioni come ammaccature e graffi sui contenitori; e ciò sta riducendo l'impatto della “cultura del monouso”.

5. Ricicla per conto dei fornitori e offri articoli shipping-friendly

Nel 2017, i coniugi Lily e Max Cameron hanno fondato Wild Minimalist per offrire alternative sostenibili agli articoli in plastica monouso. “I nostri clienti sono una comunità in crescita. Il nostro obiettivo è evitare il consumo scriteriato di cose che poi finiscono in una discarica” afferma Max. Wild Minimalist vende posate in bambù, tazze da caffè riutilizzabili, buste e spazzole per le pulizie in legno che possono sostituire le spugne; insomma fornisce semplici alternative ai tanti oggetti usa e getta che le persone usano ogni giorno.

Lily e Max Cameron e il figlio Grant nel punto vendita di Wild Minimalist a San Anselmo, California
Lily e Max Cameron e il figlio Grant nel punto vendita di Wild Minimalist a San Anselmo, California. Wild Minimalist

Le normative statunitensi richiedono che gli articoli importati nel paese siano confezionati con la plastica; e tuttavia purtroppo non sussiste l'obbligo di riciclare questi imballaggi. Attualmente i Cameron chiedono ai fornitori di spedire gli articoli nel loro imballaggio originale; così completano il processo di riciclo per loro conto, evitando qualsiasi spreco inutile causato dal riconfezionamento. “Vogliamo assumerci la responsabilità per i rifiuti a monte, dove possibile” afferma Max.

Lo starter kit a rifiuti zero offerto da Wild Minimalist. Include: una borsa in rete di cotone francese, buste in tessuto di cotone, buste in mussola di cotone, carta per confezionamento in cera d'api, lunchbox in acciaio inox, bicchiere in acciaio inox e utensili da viaggio in bambù
Lo starter kit a rifiuti zero offerto da Wild Minimalist. Include: una borsa in rete di cotone francese, buste in tessuto di cotone, buste in mussola di cotone, carta per confezionamento in cera d'api, lunchbox in acciaio inox, bicchiere in acciaio inox e utensili da viaggio in bambù. Wild Minimalist

Modifica del prodotto per adottare un packaging sostenibile

Lily e Max hanno anche adattato la loro offerta di prodotti in modo da facilitare la spedizione e ridurre l'impronta di carbonio. “Una volta usavamo molto i barattoli in vetro, che sono piuttosto popolari nella comunità rifiuti zero” dice Max. Ma la spedizione del vetro richiede un involucro in pluriball; così i coniugi hanno deciso di adeguare la loro offerta di prodotti e di non spedire più articoli in vetro.

Dall'assunzione di responsabilità per i rifiuti a monte all'adeguamento della loro linea di prodotti, Lily e Max stanno operando con la mente rivolta alla sostenibilità in tutte le aree della loro attività.

6. Collabora con i grossisti limitando le spedizioni singole e quelle per i resi

Nel settore beauty sembra che ci sia un inevitabile compromesso tra sostenibilità ed efficacia. Questo è esattamente il problema che Arden Teasdale e Hayley McKenzie, fondatori di Unwrapped Life, hanno deciso di affrontare. “Volevamo garantire che tutti i prodotti della nostra azienda avessero un impatto minimo alla fine del loro ciclo di vita” afferma Arden. Le saponette di shampoo e balsamo firmate Unwrapped Life sono confezionate con carta compostabile. Praticamente non producono rifiuti.

Set di saponette di shampoo e balsamo di Unwrapped Life
Set di saponette di shampoo e balsamo di Unwrapped Life. Unwrapped Life

La mentalità “rifiuti zero” viene adottata anche in altri settori di attività dell'azienda. “Il nostro packaging sostenibile non prevede l'uso di carta. Per evadere e spedire gli ordini usiamo telefono e tablet, senza stampare le bolle di spedizione” afferma Arden. Anche i dipendenti hanno abbracciato totalmente questa filosofia, abbandonando la plastica monouso e adottando per l'ufficio bicchieri riutilizzabili e filtri per il caffè compostabili. “Abbiamo tutti cambiato davvero il nostro stile di vita per aderire alla mission aziendale”, afferma Arden.

Packaging sostenibile Imballaggi senza plastica a rifiuti zero di Unwrapped Life con carta da imballaggio artigianale compostabile
Imballaggi senza plastica e senza sprechi di Unwrapped Life, con carta artigianale compostabile. Unwrapped Life

7. Riduci le dimensioni del packaging

La biancheria da letto e i materassi realizzati da Holy Lamb Organics hanno attirato un seguito fedele che include recensioni entusiastiche da parte di O, The Oprah Magazine e Diane Sawyer. Una parte dell'interesse può essere attribuita alla costante adesione del team — i coniugi Jason e Mindy Schäfer — a un processo di produzione a rifiuti zero.

Il nostro modello di produzione è stato attentamente progettato per ottimizzare il taglio dei materiali; e ogni eccedenza viene riciclata” racconta Mindy. Lo stesso vale per i fornitori di lana dell'azienda; questi utilizzano rotoli di cartone e carta artigianale per i loro imballaggi, mentre gli scarti possono essere rispediti ai loro fornitori per essere riutilizzati.

Il team di produttori di materassi e biancheria da letto di Holy Lamb Organics
Il team di produttori di materassi e biancheria da letto di Holy Lamb Organics. Holy Lamb Organics
Un produttore cuce un capo di biancheria da letto presso la Holy Lamb OrganicsOttimizzazione del taglio e riconversione degli scarti consentono alla Holy Lamb Organics di ottenere un processo di produzione praticamente a zero rifiuti. Holy Lamb Organics

Sigillatura sottovuoto per ridurre l'ingombro

In fatto di spedizioni, il team di Holy Lamb Organics ha il talento di riuscire a inserire gli articoli in confezioni piuttosto piccole. “Manteniamo le nostre confezioni il più leggere possibile non aggiungendo materiali extra e sigillando sottovuoto tutti i materassi, così da ridurre l'ingombro nelle spedizioni”, racconta Jason. Esistono poi alcuni aspetti di spedizioni e logistica che l'azienda non controlla; per contribuire a mitigarne gli effetti, come spiega Mindy, il team utilizza un programma di compensazione del carbonio.

Cuscino e federa di Holy lamb Organics
Imballaggio minimo e biancheria da letto piegata per consentire la spedizione dei prodotti in contenitori più piccoli. Holy Lamb Organics

La Holy Lamb Organics ha fatto molta strada da quando il fondatore Willow Whitton vendeva la biancheria da letto su uno scuolabus riconvertito. I prossimi step per il team saranno:

  • Trovare partner con magazzini vicini ai clienti, per accorciare la distanza delle spedizioni.
  • Raddoppiare i partner grossisti.

8. Utilizza buste per spedizioni compostabili

Nel nostro elenco di best practice dei commercianti per le spedizioni c'è una voce ricorrente: il packaging ecosostenibile, quindi compostabile e biodegradabile. Hero Packaging è un fornitore che si dedica alla produzione di buste per spedizioni al 100% compostabili, rispondendo al crescente interesse di molti retailer.

Packaging sostenibile Buste compostabili nere di Hero Packaging
Buste per spedizioni biodegradabili e compostabili di Hero Packaging. Hero Packaging

Anaita Sarkar e Vik Dave, partner sia nel lavoro che nella vita privata, originariamente gestivano un'azienda di moda. Poi si sono resi conto di quanti rifiuti in plastica venissero utilizzati per evadere i loro ordini. “Buttavamo via un sacco di imballaggi dei fornitori per poi dover riconfezionare nuovamente le merci; di fatto contribuivamo ad aggravare i problemi globali relativi a plastica e discariche”, racconta Vic.

Buste per spedizioni in amido di mais e manioca

Così hanno preso in mano la situazione. “Abbiamo svolto delle ricerche; e abbiamo scoperto che è possibile avere etichette di spedizione e buste compostabili per sostituire la plastica”, afferma Vik. Il materiale selezionato da Hero Packaging è composto al 30-40% di amido di mais e radici di manioca. Per il resto è costituito da polibutilene adipato tereftalato, un polimero biodegradabile che funge da collante per le buste.

Packaging sostenibile Le buste di Hero Packaging nel colore più popolare: il rosa
Il rosa è il colore più popolare per le buste di Hero Packaging. Hero Packaging

Ora che il business è decollato nella loro terra d'origine, l'Australia, Vik e Anaita hanno iniziato a vendere molto anche nel Nord America. Per rispondere alla nuova domanda, sono ansiosi di iniziare a collaborare con partner statunitensi per le spedizioni. Scherzando Vik afferma: “Per un'attività che ha sede nella parte inferiore del pianeta è difficile spedire in modo sostenibile dei pacchi pesanti, inviandoli in diverse parti del mondo”. La coppia afferma che il suo obiettivo per l'anno finanziario in corso è ridurre ulteriormente l'impronta di carbonio facendo partire le spedizioni da un posto più vicino ai clienti. Ciò significherebbe non solo offrire un packaging sostenibile, ma provvedere anche alle spedizioni dell'azienda in modo sostenibile.

Packaging ecosostenibile per ridurre l'impatto ambientale delle spedizioni: conclusioni

I commercianti che abbiamo intervistato vendono beni di generi diversi, ma hanno in comune il desiderio di salvaguardare l'ambiente.

Per alcuni di loro questo impegno si è trasformato nell'opportunità di connessione con i clienti intorno a valori condivisi; altri hanno investito tempo, energie e ricerca per spedizioni a basso impatto ambientale e packaging ecosostenibile semplicemente ritenendo che fosse la cosa giusta da fare. In tutti i casi, per spedire i loro prodotti questi imprenditori hanno dovuto ingegnarsi con soluzioni creative e non convenzionali, tali da rappresentare al meglio il brand e ridurre l'impronta di carbonio.

Ridurre l'impatto ambientale delle spedizioni con l'utilizzo di packaging ecosostenibile non è solo una moda o una tendenza passeggera, ma una necessità per rispondere alle richieste di acquirenti sempre più consapevoli e attenti alle loro scelte. Nonché un'importante responsabilità per tutte le aziende che vendono online e vogliono contribuire a ridurre l'impatto sul pianeta, tramite una strategia di spedizione efficace ed eco-friendly.



Packaging ecosostenibile: domande frequenti

Cos'è il packaging ecosostenibile?

Il packaging ecosostenibile è una tipologia di imballaggio per spedizioni che utilizza materiali riciclati, compostabili o biodegradabili. L'obiettivo del packaging eco-friendly è ridurre l'impatto ambientale delle spedizioni utilizzando materiali riciclati, accorciando la catena logistica o di produzione, e scegliendo soluzioni di packaging riutilizzabile per favorire l'economia circolare.

Quali sono i materiali da usare per un packaging sostenibile?

I migliori materiali di packaging ecosostenibile sono carta e cartone, la polpa di cellulosa, le bioplastiche compostabili e i materiali ecologici innovativi prodotti con mais, funghi e alghe.

Come ridurre l'impatto delle spedizioni?

  • Offri spedizioni a emissioni zero con i crediti di carbonio
  • Raggruppa le spedizioni
  • Utilizza packaging sostenibile e riciclabile
  • Offri un programma di reso per i contenitori di prodotto vuoti
  • Ricicla per conto dei fornitori e offri articoli shipping-friendly
  • Collabora con i grossisti limitando le spedizioni singole e quelle per i resi
  • Riduci le dimensioni del packaging
  • Utilizza buste per spedizioni compostabili
Argomenti: