Lavorare da casa nel 2023: 15 idee creative (e qualche consiglio)

Lavorare da casa

Se durante la pandemia è stato una necessità per milioni di persone in tutto il mondo, ormai lavorare da casa è diventato un tipo di attività quasi preferita rispetto al classico lavoro d’ufficio. 

Niente traffico, nessun problema di ritardo dei treni, poter lavorare in pigiama dalla comodità di casa propria e chi più ne ha più ne metta, i vantaggi di lavorare da casa sono tantissimi. 

Ma quali lavori fare per lavorare da casa? 

Non tutte le professioni offrono la possibilità di lavorare da casa, per questo abbiamo stilato una lista con le 15 migliori idee per lavori da remoto e qualche consiglio per migliorare la produttività dal proprio ufficio casalingo.

15 idee per lavorare da casa nel 2023

Quali sono le migliori idee per lavorare da casa nel 2023?

  1. Lavora come copywriter
  2. Avvia un negozio in dropshipping
  3. Lavora da casa con le traduzioni
  4. Crea un podcast
  5. Lavora da casa confezionando oggetti
  6. Avvia un ecommerce con il Print on Demand
  7. Lavora da casa con il graphic design
  8. Scrivi recensioni di siti web
  9. Lavora da casa come data entry
  10. Lavora da casa con il customer service 
  11. Crea un blog
  12. Apri un canale YouTube
  13. Lavora da casa con l’affiliate marketing
  14. Lavora da casa come tutor online
  15. Lavora da casa come social media manager

Analizziamole nel dettaglio.

1. Lavora come copywriter

lavorare da casa: copywriting

Ogni giorno centinaia di migliaia di contenuti vengono pubblicati da profili di tutte le entità: dal micro influencer con meno di 1000 follower al grande brand multinazionale, tutti sono a caccia di contenuti sempre nuovi. 

Il content writing si rivela così un’ottima opportunità per lavorare online da casa. Tutto ciò che occorre è un computer, una buona connessione internet e molta creatività.

Per iniziare, occorre creare un proprio portfolio di articoli e contenuti. Il modo migliore per trovare i primi clienti è affidarsi a siti come Fiverr ormai molto popolari e utilizzati non solo all’estero ma anche qui in Italia.  

Spesso il concetto di copywriting è legato alla SEO, ovvero l’ottimizzazione per i motori di ricerca. Se si vuole lavorare da casa come copywriter, è consigliabile documentarsi, seguire corsi e leggere qualche libro sul tema in modo da acquisire almeno le basi. 

2. Avvia un negozio online in dropshipping

lavorare da casa: dropshipping con Shopify

Il dropshipping è un modello di business che ti permette di gestire un ecommerce senza magazzino né l’incombenza delle spedizioni. Questo è possibile grazie alla presenza di un fornitore esterno che gestisce inventario e spedizioni in totale autonomia. 

Sicuramente è un buon punto di partenza per chi vorrebbe avviare un negozio online ma non sa che prodotti vendere o, più semplicemente, vuole fare esperienza nell’ecommerce management ma senza investire capitali enormi



3. Lavora da casa con le traduzioni

lavorare da casa: traduzione

Se conosci più di una lingua, lavorare da casa con le traduzioni è l’opzione ideale. Attenzione, però, parlare una o più lingue non significa necessariamente essere in grado di trasportare uno stesso concetto da una cultura ad un’altra. Per questa ragione, occorre fare dei corsi e tanta esperienza sul campo.

Per iniziare a lavorare con le traduzioni online e creare il proprio portfolio clienti è consigliabile affidarsi a siti come TextMaster. Anche investire in canali social - in particolare LinkedIn - è un ottimo modo per trovare nuovi clienti e fare esperienza nel settore.

4. Crea un podcast

lavorare da casa: creare un podcast

L’interesse per i podcast in Italia è sempre più alto: ce lo dicono le statistiche sull’ascolto e anche il crescente numero di ricerche sul web. Quello che all’inizio era sembrato un trend temporaneo è ora entrato a far parte della quotidianità di centinaia di migliaia di utenti. 

Creare un podcast è dunque un’idea creativa e originale per lavorare da casa seriamente

Podcast su Google Trends: un interesse in crescita

Occorre fare un piccolo investimento iniziale per acquistare un microfono di qualità, un filtro anti-pop e delle cuffie. Un altro costo da sostenere è sicuramente quello della piattaforma per lo streaming e per l’hosting delle puntate. 

L’entrata principale di chi decide di lavorare da casa con i podcast è l’affiliate marketing (di cui parleremo più avanti), ma è anche possibile ricavare dei guadagni extra attraverso la pubblicazione di contenuti premium accessibili solo tramite abbonamento, la creazione di un account Patreon per il crowdfunding… insomma, le possibilità di lavorare da casa creando podcast sono molte.

5. Lavora da casa confezionando oggetti

lavorare da casa confezionando oggetti per la spedizione

Con il boom dell’ecommerce - soprattutto in seguito alla pandemia - sono sempre di più i pacchi spediti ogni giorno. Basti pensare che solo negli Stati Uniti il servizio postale nazionale consegna ogni giorno 500 milioni di pezzi tra lettere e pacchi. 

Supportare una piccola-media impresa nel confezionamento degli oggetti è un qualcosa che si può svolgere comodamente da casa e che consente di arrotondare lo stipendio con un’entrata extra a fine mese.

6. Avvia un ecommerce con il Print on Demand

lavorare da casa: avviare un negozio con il Print-on-Demand

Per avviare un ecommerce sono molte le opzioni a disposizione: abbiamo già parlato di dropshipping, ora passiamo al modello Print on Demand

In pratica, consiste nel vendere oggetti white label con un design personalizzato. Il grande vantaggio della stampa su richiesta è che, come dice il nome, non è necessario avere un magazzino: il prodotto viene creato e spedito sul momento dal proprio fornitore.

Come vedi è effettivamente molto simile al dropshipping, con la particolarità che potrai scegliere tu i design personalizzati degli oggetti che venderai online o lasciare la scelta ai tuoi clienti



Questo modello di business è perfetto soprattutto per artisti e designer che vogliono proporre le proprie opere in forma di gadget e oggetti d’uso quotidiano. 

7. Lavora da casa con il graphic design

lavorare da casa come grafico

La maggior parte delle professioni che prevedono l’uso di un computer può essere svolta da casa: il lavoro del graphic designer non fa eccezione. 

I lavori più richiesti sono sicuramente legati ai social: dalle grafiche per Facebook Ads al design per i post su Instagram. Tutto ciò che ti occorre è un buon computer con scheda grafica dedicata, una tavoletta grafica e un software in stile Adobe Illustrator o InDesign. 

Creare il proprio portfolio lavorando come graphic designer è molto semplice. Ad esempio, puoi partire dalla creazione di un profilo Instagram che faccia da vetrina per i tuoi servizi e aumentare poi i follower pubblicando contenuti interessanti per il target a cui vuoi rivolgerti.

8. Scrivi recensioni di siti web

lavorare da casa recensendo siti web

Negli ultimi anni gli aggiornamenti dell’algoritmo di Google sono andati tutti verso un’unica direzione: migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e ridurre il tempo tra domanda e risposta. Questo si è tradotto nella pratica con un miglioramento della qualità non solo dei contenuti ma anche del contenitore, ovvero il sito web. 

Recensire siti web e fornire un feedback alle aziende sulla user experience può essere così un modo per lavorare da casa e arrotondare lo stipendio. Ci sono diversi siti che pagano gli utenti per navigare siti web e dare un’opinione, il più grande e noto è UserTesting.

Molti siti di recensioni richiedono un test iniziale per verificare che i potenziali collaboratori abbiano un minimo di esperienza per poter dare un feedback completo e approfondito ai loro clienti.

9. Lavora da casa come data entry

lavorare da casa: inserimento dati

Dopo interi decenni trascorsi su carta e penna, tantissime realtà (anche locali come gli Archivi di Stato) stanno cercando di digitalizzare documenti e dati in proprio possesso. È in questo contesto che nasce e si sviluppa la figura del data entry, una persona che effettua inserimento dati manualmente. 

Se hai un computer e un bel po’ di tempo a disposizione, potresti lavorare da casa come data entry senza problemi. È possibile trovare offerte di lavoro online sui maggiori siti di job posting.

10. Lavora da casa con il customer service

lavorare da casa: customer service

Sempre più persone acquistano online, e il numero di ecommerce è di conseguenza in crescita. Un business online per avere successo deve avere un ottimo piano di marketing e un servizio clienti d’eccellenza. Ecco che allora sempre più realtà scelgono di non assumere addetti al customer service ma di affidarsi a professionisti che lavorano remoto.

Ci sono diverse modalità per lavorare da casa con il customer service, e variano a seconda dei canali di comunicazione a disposizione di ogni brand. 

C’è chi opera attraverso chat dal vivo come Facebook Messenger, chi invece lavora da casa via mail o offre una linea telefonica per avere un contatto diretto utente-azienda.

11. Crea un blog

lavorare da casa con un blog

Creare e gestire un blog è uno dei modi più comuni per lavorare da casa. Ovviamente, non basta scrivere contenuti, è necessario anche essere in grado di farli monetizzare. 

Questo vuol dire che, anche se tu fossi la reincarnazione di Dante o di altri grandi letterati, una buona scrittura non è l’unica condizione necessaria e sufficiente per lavorare da casa con un blog. 

Ci sono diversi modi in cui puoi monetizzare il tuo blog, dai post sponsorizzati ai banner all’interno del tuo sito alla vendita di prodotti.

La scelta dipenderà principalmente dalla fetta di mercato in cui hai inserito il tuo blog, e dalle aspettative delle persone che leggeranno i tuoi contenuti. 

Un consiglio: se vuoi lavorare da casa come blogger, cerca sempre nuovi modi per fidelizzare i tuoi lettori. Farai molta meno fatica se il tuo pubblico ti riconoscerà come voce autorevole nel tuo settore e continuerà a voler leggere i tuoi contenuti. 

12. Apri un canale YouTube

lavorare da casa con i video

YouTube è uno strumento estremamente potente per lavorare da casa. Tutto quello che ti occorre è una videocamera (o il tuo smartphone) e un minimo di competenze nel video editing.

E no, non lasciarti scoraggiare dal fatto che non hai mai editato un video. 

Ci sono tantissimi corsi che ti insegnano come fare, e vedrai che iniziare è molto più semplice del previsto. 

Una volta aperto il tuo canale YouTube, accedi alle Impostazioni, clicca su Canale e su Monetizzazione. 

Una volta comunicato a YouTube che hai intenzione di guadagnare con i tuoi video, tutto quello che dovrai fare è cercare di attirare quante più persone possibile sul tuo canale. 

13. Lavora da casa con l’affiliate marketing

lavorare da casa con il marketing

Tra i diversi modi per lavorare da casa in modo efficace, l’affiliate marketing è una delle strategie più consolidate. 

In pratica, si tratta di guadagnare una commissione grazie alla vendita di prodotti e servizi di altri venditori. In pratica, chi lavora da casa con l’affiliate marketing è una specie di rivenditore. 

Ci sono diversi modi per lavorare da casa con l’affiliate marketing: puoi inserire i tuoi link affiliato sul tuo canale YouTube, sui tuoi social media o all’interno del tuo blog. 

Basta capire quale modalità si rivela più efficace per comunicare con il tuo pubblico, e avrai la tua piattaforma. 

Per vendere, poi, dovrai riuscire ad affermarti come voce autorevole nel tuo settore, così che le persone si fidino dei tuoi consigli e acquistino i prodotti e servizi con cui sei affiliato. 

14. Lavora da casa come tutor online

tutor online

Se c’è una materia o un argomento che ti appassiona particolarmente, e hai le capacità e la pazienza di trasmettere il tuo sapere, perché non lavorare da casa come tutor online? 

Rispetto all’insegnamento di persona, lavorare da casa come tutor ti permette di avere degli orari decisamente più flessibili, ed evitare perdite di tempo per fare su e giù da casa dei tuoi allievi. 

Puoi insegnare online qualunque cosa, dalle lingue alla matematica, e persino musica. 

Ci sono diverse piattaforme che mettono in contatto insegnanti e studenti, ma potresti anche farti conoscere grazie ai social media.

15. Lavora da casa come social media manager

social media

Se i social e il marketing sono la tua passione, perché non lavorare da casa come social media manager? 

Tantissime aziende e influencer hanno bisogno di una figura che curi i loro canali social, e per iniziare a proporti avrai bisogno di dimostrare di avere le giuste capacità e una buona esperienza nel social media marketing. 

Uno dei modi più efficaci per dimostrarlo, in attesa che qualche grande azienda ti offra un contratto, è quella di curare i tuoi canali social. 

Non devi iniziare necessariamente dal tuo profilo personale, potresti anche aprire un profilo che parla di quello che ti interessa. E chissà, oltre a servire da biglietto da visita potrebbe anche portarti delle entrate e diventare un ulteriore modo per lavorare da casa. 


Lavorare da casa: come aumentare la produttività

Lavorare da casa distrazioni

Hai iniziato a lavorare da casa?

Richiede molta disciplina. Costanti distrazioni, faccende domestiche ed il semplice coinvolgimento nelle necessità quotidiane, possono costituire un ostacolo a concentrazione e produttività.

Ma, con l'aiuto dei seguenti trucchi e suggerimenti, sarai in grado di gestire al meglio il lavoro da casa. E saprai come svolgerlo comodamente e in modo produttivo.

Lavorare da casa importanza di un ufficio produttivo

Dall’ambiente in cui lavori all’organizzazione degli orari, ecco i consigli migliori per lavorare da casa in modo produttivo:

  1. Separa l’area di lavoro dall’area personale
  2. Organizza il disordine per risparmiare tempo
  3. Vestiti bene e abbandona il pigiama
  4. Investi in mobili belli esteticamente ed ergonomici
  5. Impara quando è il momento di staccare 

1. Separa l'area di lavoro dall'area personale

Lavorare da casa tenere separata area lavoro e area living

È un circolo vizioso. Sovrapporre spazio lavorativo e zona living non è un buon modo per essere produttivi.

Più i "due mondi" tendono a fondersi, infatti, più è difficile distribuire in modo equilibrato il proprio tempo tra l'uno e l'altro.

La difficoltà maggiore sta nel riuscire a lasciare i problemi al lavoro se hai avuto una giornata dura.

In uno studio riportato dal giornale nazionale canadese The Globe and Mail,

è stato chiesto ai professionisti canadesi quali fossero le loro più grandi distrazioni nel lavorare da casa.

Ecco le prime cinque risposte:

  1. Attenzioni richieste da bambini e famiglia
  2. Impossibilità di accedere alle apparecchiature/strumenti adeguati presenti in ufficio
  3. Desiderio di completare le faccende domestiche
  4. Tentazione di tenere accesa la TV come ‘compagnia’
  5. Mancanza di uno spazio di lavoro adeguato

     

    Ti suona familiare? Probabilmente, nel lavorare da casa, avrai già sperimentato una o più di queste problematiche.

    Ecco come ovviare al problema: occorre interporre una distinzione netta (fisicamente, o mentalmente) tra spazio di lavoro e spazio di intrattenimento personale. La separazione può consistere sia nel dedicare specifiche fasce orarie al lavoro, sia nel tenere lontane le distrazioni.

    Può essere difficile in un primo momento estraniarti da situazioni che possono verificarsi in casa, ma è molto importante farlo. Se ne hai la possibilità, prova a prendere una camera da letto libera e a trasformarla nel vostro ufficio, invece che lavorare sul divano in salotto.

    Valuta di: acquistare un separé, se il tuo spazio di lavoro non è una stanza autonoma rispetto all'area dove trascorri il tempo libero.

    2. Organizza il disordine per risparmiare tempo

    Lavorare da casa e tenere in ordine

    Se rientri nelle persone che in un modo o nell’altro sono sempre circondate da disordine...perché non cercate di organizzarlo? So che sembra difficile, ma potrebbe essere essenziale per riuscire a lavorare da casa in modo produttivo.

    Ecco alcuni passi da fare se pensi che sia giunto il momento di riordinare.

    1. Elimina tutti i fogli di carta sparsi in giro. Raduna eventuali ricevute, note, fogli ecc. e prendi in considerazione anche solo di metterli in una scatola.
    2. Trova una sistemazione per penne, matite e qualsiasi altro strumento tu abbia sulla scrivania.
    3. Fai una pulizia settimanale del desktop, eliminando tutti i file che sono fonte di distrazione o non più utilizzati, assicurandoti di svuotare il cestino del computer.
    4. Liberati delle cose da buttare. Se hai vecchie bottiglie d'acqua sulla tua scrivania, o pacchetti di chewing gum vuoti, buttali via.

    Valuta di: utilizzare un distruggidocumenti per sbarazzarti dei documenti non più necessari. Sarà anche divertente!

    3. Vestiti bene e abbandona il pigiama

    Lavorare da casa e vestirsi per il successo

    Avere un rituale mattutino può aiutare ad aumentare la propria produttività quotidiana. E se si lavora da casa?

    Si può essere tentati di trascorrere la giornata ciondolando in pigiama, bevendo caffè, mangiando snack e merendine che ci fanno male... Ma tutto questo non è salutare, né per il corpo, né per la mente.

    Prenditi del tempo per te, svegliati presto e vestiti come se dovessi andare a una riunione, o in ufficio.

    È un modo per affrontare la giornata con uno spirito davvero diverso.

    Da un esperimento condotto dal team di A Life of Productivity, che ricercava quale tipo di abbigliamento corrispondesse ad un livello superiore di produttività, è emerso quanto segue:

    • I vestiti sono simbolici e hanno grande effetto sul modo in cui ci sentiamo. Le persone hanno la tendenza a circondarsi di oggetti che rinforzano la loro percezione di sé. I vestiti sicuramente non fanno eccezione a questa regola.
    • Più tempo dedichiamo all'apparenza, più siamo motivati a interagire con gli altri. Ciò è particolarmente utile quando l'interagire con più persone ci rende più produttivi. Pensiamo a quando ci si trova ad un evento di networking, o ad una festa.
    • Cambiarsi i vestiti al termine della giornata di lavoro aiuta a staccare quando si è a casa. Contribuisce a separare i due ambiti, tanto più che un crescente numero di aziende adotta un dress code

    Naturalmente, se per qualche motivo ti sentissi più efficiente a lavorare in pigiama, fallo pure.

    4. Investi in mobili belli esteticamente ed ergonomici

    Lavorare da casa e investire in arredi ergonomici

    Ogni tanto puoi fare una pausa per sgranchirti. Ma potresti trovarti alla scrivania per ore ed ore, soprattutto quando gli impegni e le cose da fare iniziano a sommergerti.

    Ecco perché è importante investire in mobili ergonomici per il tuo ufficio. Non puoi permettervi diminuzioni della tua produttività e salute, dovute ad uno spazio di lavoro inadeguato.

    Se possibile, cerca di procurarti una sedia ergonomica o anche una standing desk. Stare in piedi per un po' di tempo mentre lavori preserverà la tua schiena e aumenterà la produttività soprattutto quando si tratta di lavorare da casa.

    Non credete che valga la pena di investire in una buona sedia? Pensateci.

    Il team di Ergonomics Plus ha rilevato che:

     

    • L'ergonomia migliora la produttività. Le migliori soluzioni ergonomiche spesso migliorano la produttività. La postazione di lavoro è più funzionale se consente di lavorare con una buona postura, meno sforzo, meno movimenti e raggiungendo migliori altezze ed estensioni.
    • L'ergonomia migliora la qualità. Una postazione non ergonomica porta i lavoratori a sentirsi frustrati e affaticati, e a non svolgere al meglio le loro mansioni. Quando l'attività lavorativa grava eccessivamente sul lavoratore dal punto di vista fisico, egli non è in grado di svolgere il lavoro secondo gli standard per cui è stato addestrato. Ad esempio, un dipendente potrebbe non stringere una vite abbastanza per la molta forza richiesta, il che potrebbe creare un problema nella qualità del prodotto.

     

    Valuta di: fare una rapida ricerca sul tuo negozio di mobili online preferito, per trovare la soluzione ergonomica che fa al caso tuo.

    5. Impara quando è il momento di staccare

    Lavorare da casa

    Restiamo ammirati nel sentir parlare di imprenditori che hanno raggiunto i loro obiettivi lavorando a lungo e fino a tardi. Una cosa che spesso non viene detta, però, è che queste persone dedicano anche e soprattutto del tempo a se stesse.

    Sanno quando smettere e quando staccare la spina.

    È importante sapere che non c'è nulla di male nel prendersi una pausa. Puoi guardare la TV qualche ora. Puoi leggere un libro. Puoi fare ciò che desideri e quando lo desideri, se senti di averne bisogno (o di meritarlo).

    Il team di Becoming Minimalist ha individuato alcune ragioni convincenti per spiegare perché è importante staccare la spina.

    • Svagarsi dal lavoro aiuta a cancellare i sentimenti malsani come gelosia, invidia e solitudine.
    • Prendersi una pausa di relax combatte la paura di perdere.
    • La vita ci offre cose meravigliose.
    • Staccare la spina è rigenerante.

     

    Quindi concediti pure una maratona del tuo nuovo programma preferito su Netflix. Rispolvera il tappetino da ginnastica e inizia a fare yoga. Fai qualunque cosa ti piaccia!

    Ma fallo solo dopo aver svolto il tuo lavoro giornaliero. Un modo semplice per segnare la conclusione di una giornata lavorativa è usare un bullet journal (qui il sito ufficiale dedicato al metodo, in inglese). 

    Sul tuo journal potrai documentare quello che hai raggiunto durante la giornata ed impostare i tuoi obiettivi per il giorno successivo. Compilarlo ogni sera è un'attività produttiva con cui poter chiudere la giornata di lavoro.

    Lavorare da casa

    Conclusione

    In conclusione, ecco le 15 migliori idee per lavorare da casa nel 2023:

    1. Lavora come copywriter
    2. Avvia un negozio in dropshipping
    3. Lavora da casa con le traduzioni
    4. Crea un podcast
    5. Lavora da casa confezionando oggetti
    6. Avvia un ecommerce con il Print on Demand
    7. Lavora da casa con il graphic design
    8. Scrivi recensioni di siti web
    9. Lavora da casa come data entry
    10. Lavora da casa con il customer service 
    11. Crea un blog
    12. Apri un canale YouTube
    13. Lavora da casa con l’affiliate marketing
    14. Lavora da casa come tutor online
    15. Lavora da casa come social media manager

    Ora è il momento per mettersi all'opera! Cambiare lavoro può richiedere del tempo, ma ripaga davvero, nel lungo periodo.

    Condividi nei commenti qui sotto quali fra questi metodi funzionano o hanno funzionato per te, o se hai altre idee per lavorare da casa!

    Domande frequenti su come lavorare da casa

    Per lavorare da casa c'è bisogno della partita iva?

    Sì, se lavori come libero professionista. Se sei dipendente e lavori solo per la tua azienda allora la risposta è no.

    Cosa si può fare in casa per guadagnare?

    È possibile guadagnare da casa in molti modi: creando e vendendo prodotti artigianali, offrendo consulenze, avviando un'attività in proprio, dando lezioni online...

    Quanto si guadagna lavorando da casa?

    Dipende dal tipo di attività svolta e dal tempo a disposizione. Attività come recensire siti web possono portare da qualche decina a qualche centinaio di euro al mese, un ecommerce può portare anche migliaia di euro.

    Inizia la tua prova gratuita

    Prenditi il tempo necessario per lanciare il tuo business online e configurare un negozio di ecommerce

    Crea il tuo negozio

    Articolo originale di Tucker Schreiber, tradotto da M.T. Cantafora.
    Argomenti: