Social selling: cos’è e come usarlo per trovare nuovi clienti nel 2022

Social selling

I consumatori passano gran parte del loro tempo sui social media, motivo per cui anche i business hanno iniziato ad avvertire l’esigenza di instaurare la loro presenza su queste piattaforme. Ma vi siete mai chiesti come poterle utilizzare per vendere e per trovare nuovi clienti? 

Il social selling è una strategia di marketing che vi permetterà di sfruttare i social in modo estremamente efficiente e, credetemi, il vostro business vi ringrazierà. 

Ma cos’è il social selling di preciso, e come può aiutare la crescita della vostra attività?

In questo articolo cercheremo di spiegare cos’è e cosa non è il social selling, come funziona e quali sono le migliori piattaforme per implementarlo. 

Apri il tuo sito ecommerce con Shopify.

Provalo gratis.

Social selling: cosa non è

Quando si parla di social c’è sempre una gran confusione per quanto riguarda le definizioni. 

D’altronde, anche se ormai abbiamo la sensazione che le nostre amate piattaforme siano in circolazione da sempre, si tratta di un fenomeno relativamente recente. 

Prima di andare avanti e scoprire quali sono le piattaforme migliori per il social selling, vediamo di fare un po’ di chiarezza e di stabilire cosa non è. 

Fare social selling non vuol dire inseguire i potenziali clienti presenti sui social media per vendere direttamente prodotti o servizi. 

Non consiste neanche nel cercare di aggiungere come “amici” sui social media quante più persone possibili, nella speranza di aumentare le vendite o di migliorare l’immagine del proprio profilo.

Anzi, spesso un numero eccessivo di “Following” non rispecchiato dal numero di “Follower” ha l’effetto opposto a quello desiderato, e contribuisce solo a rendere potenziali clienti sospettosi nei confronti del profilo. 

Insomma, i social media non sono un nuovo modo per tartassare i clienti, tutto il contrario.

Pensate al fastidio che si prova quando si ricevono le temute telefonate pubblicitarie dai call center. 

La vostra strategia di comunicazione sui social media deve avere come obiettivo l’aumento delle vendite, ma deve fare in modo che siano i clienti a cercare il vostro business. 

Quindi, ora che abbiamo chiarito cosa non è il social selling…di cosa si tratta esattamente?

Cos'è il social selling

Social selling: cos’è

Il social selling è una strategia di marketing che prevede l’utilizzo dei social media per aumentare il livello di engagement con i potenziali clienti, offrendo contenuti rilevanti e interattivi in grado di portarli passo dopo passo all’acquisto finale. 

I social media offrono ai business un’incredibile e preziosa opportunità di farsi conoscere, di migliorare la relazione con i loro clienti attuali e potenziali e di migliorare diversi aspetti del loro branding. 

D’altro canto, non è forse per creare nuovi rapporti e rafforzare quelli esistenti che sono nati i social network? 

Attenzione, però: non basta certo avere un profilo o una pagina su queste piattaforme per poter dire di fare social selling.

Creare un profilo professionale o una pagina aziendale è il primo passo, certo. 

Ma è necessario avere una precisa ed efficace strategia per poter creare un vero legame tra business e potenziali clienti, o meglio, in questo caso, follower. 

Se implementata nel modo giusto, questa strategia farà in modo che siano direttamente i clienti a cercare il business, e non viceversa. 

Quindi, come fare social selling?

Crea una strategia per trovare clienti con il social selling

I social media hanno indubbiamente diversi vantaggi per qualunque business. Ciononostante, è impensabile riuscire a trarne un vero profitto senza una strategia efficace. 

E qualunque strategia che si rispetti parte sempre dalle basi. 

Anche se potrebbe sembrare banale, la prima cosa da fare per poter fare social selling è capire su quali piattaforme puntare. 

Questo dipenderà principalmente dal tipo di clientela del vostro business. Un’attività rivolta principalmente alla Gen Z andrà a cercare i propri clienti su piattaforme più moderne come TikTok, mentre un’attività rivolta ai professionisti potrebbe prediligere LinkedIn. 

Qualunque sia la piattaforma (o le piattaforme), il passo successivo sarà creare dei profili o delle pagine dedicate all’attività. 

La creazione del profilo aziendale è uno dei punti più cruciali: immaginiamo il profilo o la pagina di un’azienda come il suo biglietto da visita. Sarà lì che i consumatori si faranno la prima, e fondamentale, idea su quel determinato business. 

Una volta che il profilo sarà completo di tutte le informazioni necessarie, e sarà chiaro per i clienti capire di cosa si tratta e qual è l’offerta, è si può procedere con gli aspetti più tecnici del social selling. 

Come fare social selling

Vediamo quindi come implementare una strategia di social selling:

  1. Identificare il target di riferimento: il target è rappresentato dai clienti ideali del business, che sarà fondamentale individuare per la creazione di contenuti rilevanti. Per far questo, il nostro consiglio è quello di affidarsi alle buyer personas, delle rappresentazioni dettagliate dei clienti ideali di un business.
  2. Delineare l’offerta di contenuti: dopo aver individuato le persone a cui rivolgere gli sforzi comunicativi, è necessario pensare a come veicolare il proprio messaggio. Pensate a cosa desiderano i vostri potenziali clienti, a che tipo di contenuti si aspettano di vedere nei loro feed. 
  3. Creare i contenuti: questa è la fase più interessante, ma anche la più impegnativa, della strategia di social selling. I contenuti devono permettere ai potenziali clienti di immedesimarsi con il business, dando al tempo stesso un’immagine professionale e competente della vostra figura all’interno del vostro settore. 
  4. Interagire con il pubblico: non basta creare contenuti, i profili aziendali devono essere sempre disponibili e interagire con i propri follower in modo naturale e coinvolgente. In questo modo non solo i clienti si sentiranno importanti, ma potrete anche dimostrare che dietro al vostro business ci sono persone reali, nelle quali possono immedesimarsi e che sono in grado di immedesimarsi in loro. 
  5. Implementare strategie di marketing: una volta creata una connessione tra potenziali clienti e business, è il momento di pensare alla vendita. Come abbiamo detto non deve essere diretta, ma deve posizionare i prodotti o servizi in vendita davanti agli occhi dei consumatori, al momento giusto e nel posto giusto. 

Se avrete creato contenuti efficaci e instaurato una relazione stabile con i vostri follower, vedrete che le vendite non tarderanno ad arrivare. 

Certo, come abbiamo detto prima, a patto di aver instaurato la presenza del vostro business sulle giuste piattaforme. 

A proposito, quali sono le migliori piattaforme per fare social selling?

Le piattaforme migliori per fare social selling

Anche se è vero che qualunque piattaforma può essere adatta al social selling, se è lì che si trovano i vostri potenziali clienti, è anche vero che alcune piattaforme sono più adatte di altre a questo tipo di strategia. 

Le migliori piattaforme per fare social selling sono:

  • LinkedIn
  • Instagram
  • TikTok
  • Facebook 

Piattaforme per fare social selling

Fare social selling su LinkedIn

LinkedIn è il social network dedicato ad aziende e professionisti, ed è ampiamente considerata la piattaforma migliore per fare social selling.

Proprio a causa del tipo di profili presenti al suo interno, LinkedIn può rivelarsi un’incredibile arma per aumentare il vostro giro d’affari. 

E LinkedIn stesso ne è consapevole. Così tanto che ha creato il Sales Navigator, uno strumento dedicato a chi si occupa di vendite online e che vuole utilizzare la propria rete di collegamenti LinkedIn per aumentare il volume di vendite della propria attività. 

Il Sales Navigator utilizza quattro parametri, che contribuiscono ad aumentare o a diminuire il Social Selling Index (SSI).

Maggiore sarà il SSI, maggiori saranno le vostre possibilità di vendita online. 

Ma quali sono i parametri su cui si basa il Social Selling Index? 

  1. Ottimizzazione del profilo: il profilo del venditore deve essere completo e ottimizzato. È necessario che ogni parte del profilo sia completata in modo corretto, così che eventuali visitatori possano immediatamente capire di cosa si tratti.
  2. Rete di contatti: LinkedIn si basa sui contatti professionali. Più contatti collegati al tuo settore riuscirete ad avere, maggiore sarà la probabilità di trovare persone interessate alla vostra offerta. Di conseguenza, maggiore sarà il vostro SSI. 
  3. Tasso di engagement: non basta avere una presenza su LinkedIn, è necessario anche interagire all’interno della piattaforma. Condivisione di post, articoli, commenti e interazioni di ogni tipo contribuiranno ad aumentare il vostro SSI.
  4. Interazioni sul profilo: come può LinkedIn controllare la stabilità delle relazioni tra il vostro profilo e i vostri collegamenti? Analizzando le interazioni sul vostro profilo, chiaramente. La vostra rete dovrebbe commentare i vostri post e mostrare un reale interesse per i vostri contenuti per aumentare il SSI.

Parametri del Social Selling Index

Vendere su Instagram 

Se è vero che il social selling è la pratica che avvicina il team marketing e il team vendite della vostra attività, Instagram si rivela la piattaforma perfetta per questa sinergia. 

Soprattutto con gli sviluppi degli ultimi anni, questo social media può offrire alla vostra azienda delle incredibili funzionalità per quanto riguarda la vendita online. 

Ma come fare social selling con Instagram?

  • La prima cosa da fare è ottimizzare il proprio profilo, a partire dalla bio. Questa deve rendere immediatamente chiaro ai visitatori di cosa si occupa la vostra azienda e che cosa offrite. 
  • È importante riuscire a far crescere il proprio numero di follower, ma attenzione: si possono ottenere ottimi risultati con il social selling anche senza avere migliaia e migliaia di follower. 
  • Assicuratevi di interagire sia nella sezione commenti dei vostri post che sotto i post dei vostri potenziali clienti. A tal proposito, la sezione Esplora potrebbe rivelarsi la vostra migliore alleata. 
  • Create contenuti che potrebbero diventare virali, e sfruttate i formati preferiti dai vostri potenziali clienti: Reel e Storie. Una volta che avrete preso confidenza con la piattaforma, potreste anche avventurarvi nelle dirette. 

Una volta che il vostro profilo sarà attivo e riceverà un buon numero di interazioni fare social selling sarà davvero una passeggiata, soprattutto con le comode funzionalità di Instagram shopping. 

Attenzione però a non pubblicare solo contenuti relativi alla vostra attività, ma a lasciar trasparire anche la vostra essenza e la vostra mission all’interno del vostro profilo. 

Social selling su TikTok

È proprio vero che il mondo del marketing e della vendita online sta cambiando, e TikTok è il testimone di questo cambiamento. 

Se i vostri potenziali clienti si trovano su TikTok, preparatevi a scoprire un modo interattivo e incredibilmente virale di fare social selling. 

No, TikTok non è più il “social dei balletti”, e non ha intenzione di tornare a esserlo. 

Basti pensare che l’hashtag #TikTokMadeMeBuyIt ha ricevuto oltre 5 miliardi di visualizzazioni, portando alla vendita di migliaia di prodotti diversi. 

Da poco più di un anno, inoltre, anche Shopify ha integrato all’interno del proprio ecosistema la possibilità di vendere tramite TikTok, offrendo a chi ha un ecommerce la possibilità di collegare il proprio negozio al profilo social. 

Vendere su Facebook 

Potremmo dire che Facebook è un po’ il padre di tutti i social network, ed è anche quello dove è più probabile trovare i vostri clienti. 

Attenzione, questo non vuol dire che non saranno anche su altre piattaforme, ma è molto probabile che si trovino anche su Facebook. 

Per quanto riguarda il social selling, Facebook offre incredibili strumenti di pubblicità e di targetizzazione, ma l’errore che commettono molte persone nel mondo dell’imprenditoria è quello di affidarsi solo a questi strumenti, sottovalutando l’ottimizzazione del proprio profilo. 

Per avere successo con il social selling su Facebook, qualunque sia il vostro target di riferimento, è essenziale avere un profilo o una pagina aggiornati, curati e, se possibile, con una bella schiera di recensioni positive lasciate da altri clienti soddisfatti dei vostri servizi. 

Consiglio di letturaFacebook Pixel: cos’è e come usarlo per aumentare le conversioni

Questa è infatti una caratteristica che altri social media non offrono, e la social proof è un parametro estremamente rilevante quando si tratta di vendite online. 

D’altronde, i vostri clienti sono costantemente bombardati da inserzioni e annunci, i loro feed sono pieni di post pubblicati da aziende e brand di ogni tipo. 

A parità di condizioni, quello che potrebbe davvero fare la differenza sono proprio le recensioni. Perché allora non sfruttare anche questa caratteristica del social media più famoso al mondo per fare social selling e incrementare la vostra attività?

Statistiche social selling per il 2022

Perché il social selling è importante? Ecco qualche numero sull’impatto che ha sulle aziende di tutto il mondo. 

Più clienti a portata di brand

Statistiche social selling - raggiungere più clienti

Il 48% delle aziende intervistate ha dichiarato che il social selling ha consentito loro di raggiungere un maggior numero di clienti nuovi (Smallbiz Genius, 2022). Nonostante, dunque, l’inasprimento della competizione e la progressiva saturazione di canali come Facebook e Instagram, il social selling ha ancora molto da offrire soprattutto in termini di customer acquisition.  

Un canale per raggiungere gli obiettivi aziendali

Statistiche social selling - Maggior numero di vendite

Il 78% dei venditori che usano il social selling riesce a vendere di più rispetto ai colleghi che non utilizzano i social media nella loro strategia (LinkedIn, 2022). Il social selling non serve solo a vendere ma consente anche di migliorare le proprie performance a livello lavorativo.

Perché usare il social selling

Il social selling ha molti benefici. Stando a quanto riportato da eMarketer, sono diverse le ragioni per cui i professionisti desiderano utilizzare questa strategia di vendita: 

  • Tempi ridotti di ricerca e contatto delle opportunità 
  • Maggior numero di lead
  • Coltivazione di una relazione profonda con il cliente
  • Cicli di vendita più corti
  • Chiusura di un maggior numero di opportunità

Una corsia preferenziale per gli utenti

Statistiche social selling - gli utenti vogliono contattare i brand tramite social

Come contattare un brand? Il 33% degli utenti preferisce farlo attraverso i social media al posto di fare una telefonata (Optinmonster, 2022). Offrire canali di comunicazione in cui il proprio pubblico si trova a proprio agio è un ottimo modo per favorire l’inizio del dialogo brand-consumatore.

Social selling: conclusione

A questo punto dovrebbe essere abbastanza chiaro che, anche se i social possono rivelarsi uno strumento fondamentale per il vostro business, è necessario seguire strategie e criteri ben precisi per avere successo. 

Fare social selling è una pratica che contribuirà non solo a trovare nuovi clienti e ad aumentare le entrate del vostro business, ma anche a migliorare l’immagine generale della vostra attività. 

Non sottovalutate mai il potere dei social media, potrebbero rivelarsi il tassello mancante per un futuro radioso del vostro business. 

Inoltre, sono sempre in costante aggiornamento, quindi chissà quali altre potenzialità saranno disponibili in futuro. Tanto vale restare al passo!

Domande frequenti sul social selling

Cosa significa fare social selling?

Il social selling è una strategia di vendita online basata sulla creazione di rapporti tra azienda e potenziali clienti sulle piattaforme di social media.

Come fare social selling?

Per fare social selling in modo efficace è essenziale avere dei profili social attivi, pubblicare contenuti rilevanti e di valore per i propri follower e interagire giornalmente con i propri clienti.

Cosa fa un social seller?

Il social seller, ovvero chiunque faccia social selling, utilizza la comunicazione sui social network per aumentare le vendite della propria azienda. L’obiettivo di questa figura è quello di incrementare l’engagement sul proprio profilo professionale, per spingere i clienti ad acquistare i propri prodotti e servizi ogni volta che ne avranno bisogno.

Come iniziare a vendere sui social?

Per iniziare a vendere sui social è importante non pensare solo alla vendita, ma alla creazione di contenuti di qualità che mirino a fidelizzare i propri follower e potenziali clienti.
Argomenti: