Vuoi aprire un negozio online?

Business da casa: 10 idee per avviare un'attività da casa propria nel 2022

BUSINESS DA CASA

 

Se pensate di avviare un'attività commerciale, probabilmente immaginate di recarvi in un ufficio e gestire dei dipendenti. In realtà, sempre più persone preferiscono avere un business da casa e cercano soluzioni per lavorare da remoto.

Nel mondo interconnesso di oggi e in seguito ai radicali cambiamenti imposti, la tecnologia offre un’ampia libertà di scelta su come e dove lavorare; proprio per questo esistono varie possibili forme per aprire un’attività in casa propria.

Può occorrervi una stanza da adibire a magazzino per i prodotti. Ma non è indispensabile, poiché alcuni tipi di home business sono interamente gestibili online. In linea di massima, per creare un business online vi basterà sfruttare lo spazio e i mezzi che avete a disposizione.



Cos’è un business da casa? Pro e contro

Home business: 8 idee per avviare un'attività da casa

Un business da casa è un'impresa — a tempo pieno o condotta come attività secondaria — che potete avviare e gestire utilizzando come base operativa la vostra abitazione

Per alcuni tipi di home business è possibile anche lavorare viaggiando. Non siete vincolati infatti ad un luogo specifico perché si tratta di attività che vi consentono di vendere da casa o da qualsiasi altro luogo consideriate tale, senza necessità di acquistare e di gestire un inventario.

Naturalmente, per stabilire se aprire un’attività senza soldi e investimenti ingenti in casa propria sia una scelta adatta a voi, dovete considerare tutti i pro e i contro.

Quali sono i pro di aprire un’attività in casa propria?

Vediamo quali sono gli aspetti positivi di questa modalità lavorativa alternativa:

  1. Meno spese generali (es. spese di magazzino) e più deduzioni fiscali di cui poter beneficiare.
  2. Possibilità di vendere prodotti o servizi a livello sia locale che internazionale.
  3. Equilibrio flessibile tra lavoro e vita privata, ideale se siete ad esempio genitori o pensionati (potete leggere l’articolo con 9 esempi di splendidi papà imprenditori per ispirazione).
  4. Possibilità di creare un'impresa familiare a cui, volendo, possono partecipare i vostri parenti o il vostro coniuge.
  5. Costi, tempi e stress relativi agli spostamenti casa-ufficio totalmente azzerati.
  6. Sensazione di libertà e indipendenza che un lavoro dipendente non può dare. 

Aprire un’attività in casa propria: contro

Vediamo adesso quali sono gli aspetti negativi di vendere da casa:

  1. Necessità di adattare gli spazi di casa alle esigenze del vostro home business. Ad esempio, può occorrervi dello spazio per creare un home office, conservare l'inventario o gli strumenti di lavoro. Il rischio è quello di stravolgere la vostra vita privata.
  2. Necessità di rispettare comunque tutte le normative legate all'attività da avviare. Ad esempio, una cucina e un magazzino con determinati requisiti se avete intenzione di vendere prodotti alimentari.
  3. Rischio che lo spazio in casa diventi insufficiente. Potreste dover prendere in affitto un altro locale, ad esempio per assumere dei dipendenti.
  4. Un business da casa vi dà molta libertà, ma può farvi soffrire la solitudine dell'imprenditore. Questo specialmente se siete estroversi e vi piace stare a contatto con la gente.
  5. Realizzare un business da casa completamente autonomo comporta anche una serie di responsabilità che normalmente non ci si deve assumere se si è lavoratori dipendenti.

Vi sembra che i pro battano nettamente i contro e siete interessati a continuare su questa strada? Bene, vediamo i prossimi aspetti da considerare.

Per approfondire: 

Idee di business da casa da mettere in pratica oggi stesso

Una volta esaminati con cura i pro e i contro del business da casa, se avete scelto di lanciarvi in questa avventura, il prossimo passo è quello di cercare di capire quale può essere il business più adatto a voi.

Qui di seguito, quindi, vi proponiamo 10 idee per aprire un’attività in casa propria 

1. Vendere da casa prodotti acquistati all’ingrosso

Home business | Acquistate prodotti all’ingrosso e vendeteli online

Molte aziende si fondano su un concept molto semplice: comprare all’ingrosso i prodotti e venderli al dettaglio per ottenere un profitto.

Forse in un recente viaggio all'estero avete trovato prodotti unici, non facilmente disponibili nel paese in cui vivete malgrado la presenza di una consistente domanda di mercato. O magari avete deciso di puntare su prodotti di nicchia perché sapete quali sono quelli perfetti per soddisfare il vostro pubblico.

In entrambe le ipotesi, sempre che i prodotti siano abbastanza facili da immagazzinare e spedire, potreste avere per le mani un’idea vincente per avviare il vostro business da casa e guadagnare soldi extra. Ad esempio, facendo una breve ricerca su Google Trends abbiamo visto che gli occhiali antiriflesso suscitano un certo interesse nel tempo e in più sono di piccole dimensioni e abbastanza resistenti, quindi adatti da tenere in casa.

Potete addirittura iniziare utilizzando casa vostra come showroom — come ha fatto Artemis Design Co. — per vendere a livello locale; questo vi permette di ampliare lo spazio per la merce e i dipendenti solo una volta convalidata la vostra idea, quando le vendite inizieranno a decollare.

Vivevo in un quartiere a sud di Boston e avevo il salotto pieno di questi prodotti. Invitavo le persone a venire per dare un'occhiata o provare qualcosa; ed è così che ho realizzato la mia prima vendita.

Milicent Armstrong, Artemis Design Co.

2. Vendere prodotti fatti in casa

Home business | Candele fatte in casa

Se siete artigiani (o conoscete qualcuno che lo è), valutate di trasformare il vostro hobby in un business da casa. Forse per fabbricare i prodotti vi occorrerà un locale apposito, come un laboratorio, una cucina commerciale o una bottega. Ma potreste essere in grado di utilizzare casa vostra come magazzino e punto vendita.

Controllando quasi ogni aspetto della produzione avrete alcuni vantaggi. Potrete rendere più economici i prodotti, migliorarne la qualità o andare incontro alle esigenze di una determinata fascia di pubblico, per soddisfare la domanda di mercato.

Che scegliate di vendere su Etsy o di costruire un negozio con il vostro brand, vendere le vostre creazioni è comunque un ottimo modo per trovare la vostra passione e condividerla con gli altri, oltretutto realizzando dei guadagni. Prestate solo attenzione alle normative sui prodotti cosmetici e alimentari se decidete di gettarvi in questo campo.

Tra gli esempi di prodotti fatti a mano che potete vendere ci sono:

Un aspetto positivo è che la produzione in proprio non deve assorbirvi in modo eccessivo. Quando sarete pronti a espandervi, collaudate un processo produttivo e inserite dei dipendenti che vi diano una mano.

3. Avviare un business da casa in dropshipping

Dropshipping Home business

Finora abbiamo preso in considerazione delle idee di home business che richiedono spazio in casa per conservare la merce. Ma oggi è possibile aprire un’attività in casa propria senza dover pensare all’inventario e alle spedizioni.

Queste attività impiegano il modello del dropshipping, in cui è un terzo a produrre, stoccare e spedire per vostro conto la merce. A voi non resta che concentrarvi su due aspetti: marketing e servizio clienti.

Home Business: un'infografica su come funziona il dropshipping

Non importa se il fornitore in dropshipping che scegliete ha sede in Italia o opera dall’estero. L’importante è che sia affidabile, in modo da garantire ai clienti un'ottima esperienza post-vendita. Esercitate sempre la due diligence o rischierete di compromettere la vostra reputazione aziendale.

Esistono anche delle app di Shopify in grado di connettervi con i fornitori per importare i prodotti nel vostro negozio, semplificando l'evasione degli ordini.



Essenzialmente, con il dropshipping diventate distributori dei prodotti di terzi, come nel caso di questi due imprenditori che scelgono la Cina per produrre i loro articoli. Sostenete i costi di una buona strategia di marketing (in termini di tempo e denaro) e guadagnate un margine sulle vendite. 

È possibile che i prodotti in vendita diventino inflazionati e offrano poche possibilità di personalizzare la customer experience. Ma fortunatamente esistono vari modi per distinguervi dalla concorrenza:

  • Selezionate prodotti di vari fornitori, per creare un negozio indirizzato a una nicchia specifica.
  • Rendetevi competitivi mediante contenuti di qualità e un servizio clienti che aggiunga valore ai prodotti.
  • Rivolgetevi a un'area del mondo poco servita. In questo caso prestate particolare attenzione ai costi di spedizione e prendete in considerazione di utilizzare la spedizione epacket per abbatterne le spese e renderle più celeri.
  • Offrite gli stessi prodotti a un nuovo pubblico. Ad esempio, se vendete scarpe a LED potete proporle sia a chi partecipa ai festival musicali sia a chi fa running.

Se siete interessati a saperne di più su come avviare un'attività in dropshipping, date un'occhiata alla nostra Guida introduttiva al dropshipping in Italia.

Per approfondire: 

4. Vendere abbigliamento da casa

In un paragrafo precedente abbiamo parlato di vendere abbigliamento fatto in casa ma, volendo, se non avete doti sartoriali, potreste sempre scegliere di acquistare prodotti già pronti e venderli.

Per far questo dovreste rivolgervi a dei grossisti di abbigliamento, in questo caso il commercio in dropshipping potrebbe essere la scelta vincente. 

Quando il volume di lavoro sarà tale da non poter essere più gestito tra le mura di casa, sarete costretti a prendere un locale in affitto per continuare la vostra attività. 

Il che non è un male se la quantità di lavoro è elevata, ma se siete ancora nella fase iniziale dove però non risulta più gestibile utilizzare una stanza del vostro appartamento, il dropshipping potrebbe permettervi di aprire ecommerce continuando a contenere le spese.

Il mercato potrebbe sembrare saturo ma in realtà basta individuare la nicchia giusta e fare la giusta promozione, un po’ come hanno fatto quelli Dolly Noire.

Con il dropshipping, inoltre, in base agli accordi che avete preso con il vostro fornitore, potrete comunque creare un brand di abbigliamento

5. Vendere da casa con la stampa on demand

Stampa on demand | Idea di home business

Similmente al dropshipping, un'attività di stampa - o print - on demand vi solleva dall’onere dell’inventario e delle spedizioni. La stampa on demand vi garantisce anche una maggiore flessibilità, perché potete personalizzare prodotti white label con il vostro design.

Con la stampa on demand potrete vendere abbigliamento da casa ma non solo, esiste una vasta gamma di prodotti che potete vendere: libri, magliette, cappellini, zaini, coperte, cuscini, tazze, scarpe, felpe, custodie per il telefono, orologi, ecc. Molto dipende dal fornitore con cui scegliete di collaborare.

Tra le attività di stampa on demand, alcune scelgono di rivolgersi a una nicchia specifica o a un pubblico con un'identità comune. Cosa appassiona il pubblico? Cosa la gente è orgogliosa di condividere? Basatevi anche sulle vostre preferenze. Dai proprietari di animali domestici, ai vegani, ai gamer... Sono diverse le comunità con un forte interesse per le quali potete creare prodotti.

Se avete competenze di design, potete ideare personalmente delle grafiche. Altrimenti, nulla vi vieta di rivolgervi a un designer.

Per una panoramica completa su come funziona la stampa on demand e su come iniziare, consultate la nostra Guida alla stampa on demand.

6. Creare un business da casa per vendere il vostro servizio o expertise

Idea di home business

I servizi sono più facili da vendere da casa, rispetto ai prodotti. Ma la vera sfida è dosare il tempo, che è una risorsa limitata.

Il detto “il tempo è denaro” è più che mai appropriato per chi gestisce un'azienda di servizi.

Rientrano in questa categoria i professionisti creativi, come designer o marketer, che operano come freelance o consulenti aziendali, dividendosi tra più clienti. Spesso lavorano a distanza, dal proprio ufficio di casa e occasionalmente viaggiando. Talvolta lavorano sulla base di appuntamenti e prenotazioni, offrendo i loro servizi direttamente a clienti privati.

I servizi che potete offrire tramite un home business includono:

  • Insegnamento
  • Traduzioni
  • Pulizia della casa
  • Scrittura freelance
  • Personal training
  • Assistenza virtuale
  • Dog-walking
  • Marketing
  • Social Media Marketing
  • Design

Se offrite servizi, per trovare clienti adeguati dovrete fare networking e affidarvi al referral marketing ovvero al passaparola. E se i clienti restano soddisfatti, è facile che continuino a rivolgersi a voi nel tempo e a darvi lavoro.

Per questo motivo, vi bastano meno clienti rispetto a quelli necessari a un'azienda che vende prodotti. A seconda del servizio che offrite, pochi clienti di alto valore possono garantirvi il guadagno di un lavoro a tempo pieno.

Per approfondire: 

7. Creare un business da casa producendo il vostro servizio o expertise

Istruttore di danza | Home business

Lo abbiamo già accennato. Uno dei principali svantaggi di un business da casa che offre servizi è che siete pagati direttamente sulla base delle vostre competenze, del vostro impegno e del tempo che dedicate a questa attività.

Quindi, provate a trasformare il vostro servizio in un prodotto e iniziate a vedere da casa.

Realizzate prodotti digitali o fisici che racchiudano le vostre competenze. Qualcosa che sia volto a semplificare o completare il servizio che offrite. Questo può aggiungere un flusso di entrate extra alla vostra attività.

Potete rispondere a un'esigenza della vostra clientela esistente o magari rivolgervi a un nuovo target nello stesso ambito.

Ecco alcune idee per aggiungere prodotti da vendere al vostro business da casa incentrato sui servizi:

  • Corsi
  • Design
  • Risorse concesse in licenza (filmati, musica, ecc.)
  • Report scaricabili
  • Template digitali
  • Merchandising
  • Ebook

Come potete vedere, si tratta per la maggior parte di media digitali presentati come prodotti. E ciò significa che non c'è un inventario fisico da tenere in casa.

Se gestite il vostro home business con Shopify, potete vendere prodotti digitali in modo semplice, utilizzando app come Digital Downloads o SendOwl.

Per approfondire: 

8. Business da casa con il trading online e il social trading

Questo è un tipo di attività più complessa. Per poterla realizzare sono necessarie delle competenze specifiche.

Trading online significa speculare sui mercati finanziari con il supporto online di un broker esperto. In pratica dovrete acquistare o vendere titoli azionari in base alle indicazioni del vostro broker.

Quella che un tempo era considerata un’attività per pochi, oggi è aperta a tutti attraverso piattaforme online di trading, purché si abbia un minimo di conoscenze.

In alternativa, potete realizzare questo business da casa innovativo attraverso i social. Ovviamente non si tratta di social comuni ma di piattaforme di condivisione dove è possibile realizzare il social trading o copy trading che consiste nel “copiare” le strategie dei trader più esperti.

9. Vendere da casa coltivando un pubblico che potete monetizzare

Monetizzare il pubblico come influencer | Idea di home business

Siete autori di contenuti, avete già un vasto pubblico online o avete sempre pensato di fare blogging generando traffico? Oppure, vorreste creare un canale YouTube aziendale, un account Instagram o dei podcast? 

Se la risposta ad una di queste domande è sì, allora potete coltivare e poi monetizzare il vostro seguito, attraverso una qualsiasi delle idee appena elencate.

Oltretutto, potete anche valutare la possibilità di diventare affiliati. Si tratta di vendere prodotti o servizi di terzi in cambio di una commissione o farvi pagare per pubblicare dei post sponsorizzati, offrendo ai brand la possibilità di entrare in contatto con il vostro pubblico.

Questa attività presuppone che come influencer abbiate un buon seguito.

Costruire un pubblico fedele richiede pazienza, costanza e determinazione. Non è il modo più semplice per avviare un'attività da casa e soprattutto non il più veloce. Ma se siete in grado di costruirvi un seguito intorno a qualcosa che amate, questa può essere una delle iniziative più appaganti e durevoli; e abbastanza flessibile per dar vita a più flussi di entrate contemporaneamente.

Il potenziale per monetizzare il vostro pubblico spesso dipende dal settore che scegliete. Se state tentando di conquistare la fiducia del pubblico o vi state dedicando a farlo crescere, assicuratevi di consultare le seguenti guide per coltivare e monetizzare al meglio i canali più popolari:

Per approfondire:

10. Business da casa acquistando un’attività di ecommerce esistente

Shopify Exchange per acquistare un Home business

Ultima idea ma non meno interessante: volete più che altro investire in una fonte di reddito da poter mantenere lavorando da casa o viaggiando? Allora prendete in considerazione l'idea di acquistare un'attività di ecommerce già avviata.

I prezzi possono variare notevolmente in base a una serie di fattori, dal reddito totale generato, al potenziale profitto, alle risorse disponibili (come una mailing list o un seguito sui social), all'inventario e altro ancora. Alcuni venditori addirittura vi daranno una formazione iniziale, spiegandovi come gestire il negozio.

Exchange è il marketplace di Shopify per l'acquisto e la vendita di negozi ecommerce. Potete sfogliare le inserzioni delle attività commerciali che rientrano nel vostro budget e si adattano al vostro livello di esperienza e alle vostre esigenze. Desiderate acquistare un'azienda affermata e siete disposti a investire parecchio per acquisirla? O magari ad attrarvi è un’attività con un potenziale inesplorato da mettere a frutto?

Assicuratevi di controllare ogni inserzione e considerare tutto ciò che è incluso nel prezzo. Avete la possibilità di verificare tramite Shopify le entrate del negozio e altri dati, per accertarvi che le cifre indicate dal venditore siano esatte. Se desiderate ulteriori indicazioni, consultate la nostra guida Come comprare un negozio online su Shopify Exchange.

Per approfondire: 

Business da casa, quali realizzare?

Ecco in sintesi i 10 business da casa che è possibile realizzare:

  1. Vendere da casa prodotti acquistati all’ingrosso
  2. Vendere prodotti fatti in casa
  3. Avviare un business da casa in dropshipping
  4. Vendere abbigliamento da casa
  5. Vendere da casa con la stampa on demand
  6. Creare un business da casa per vendere il vostro servizio o expertise
  7. Creare un business da casa producendo il vostro servizio o expertise
  8. Business online con il trading online e il social trading
  9. Vendere da casa coltivando un pubblico che potete monetizzare
  10. Business da casa acquistando un’attività di ecommerce esistente

Aprire un business da casa, come farlo?

business da casa ragazza

Come abbiamo detto all’inizio di questo articolo mettersi in proprio e realizzare un business da casa o in qualsiasi altro luogo, è un grande passo che offre libertà e molte opportunità ma nasconde anche insidie e responsabilità.

Ecco perché vorremmo fornirvi qualche dritta su come avviare un business da casa senza rischi.

1. Studiate bene la vostra nicchia di mercato prima di iniziare

Il primo passo per iniziare a vendere da casa è scegliere bene la vostra nicchia di mercato. Studiate con attenzione, e quando avete scelto il mercato in cui volete lanciarvi, cercate di conoscere i vostri clienti, capire di cosa hanno bisogno e quali sono i loro gusti e le loro esigenze. In questa fase vi può tornare molto utile la segmentazione del mercato: una divisione in gruppi per fasce d’età, per sesso, gusti, interessi, aree geografiche ecc.

Conoscere il vostro pubblico è il primo passo per diventare leader della vostra nicchia.

segmentazione del mercato

2. Create un sito per il vostro business da casa

Non crediate che soltanto perché lo state realizzando tra le mura domestiche il vostro non sia un vero business. Partite in piccolo ma abituatevi a pensare in grande. 

Quindi, scegliete un bel nome e fatene un brand, create un sito ecommerce, scegliete un logo, su internet troverete molti siti creatori di loghi. Fate tutto il possibile per realizzare un ecommerce che sia professionale. In questo può aiutarvi molto Shopify che vi semplifica tutti i passaggi senza spendere un patrimonio.

L’alternativa è vendere su marketplace che sono una sorta di grande mercato digitale, in questo caso però i vostri prodotti dovranno competere ancora di più con gli altri.

 

3. Le strategie di marketing per aprire un’attività in casa propria

Proprio come le grandi aziende, anche se la vostra attività si svolge tra le mura di casa, dovrete pensare alle strategie di marketing.

Ciò che non vi consente di fare il marketplace è proprio costruire una brand identity. Rendete il vostro marchio riconoscibile, suscitate nelle persone delle emozioni e vedrete che, anche se i vostri prodotti non saranno gli unici della vostra nicchia, saranno selezionati dai vostri clienti grazie alla buona immagine del vostro brand.

Quindi mettete in atto le vostre strategie di marketing, studiate la clientela, i competitor e cercate di fare meglio e prima di loro, infine seguite le mode del momento. 

Per farlo restate sempre connessi con i social network più in voga ma soprattutto quelli più seguiti dai vostri clienti. Se vendete candele profumate e, segmentando il mercato, avete rilevato che la vostra clientela appartiene alla fascia dei 50enni, allora scegliete Facebook come social di riferimento. Ricordate che gli utenti dei social network sono divisi per fasce d’età, così come rilevato dalle statistiche Facebook.

4. Organizzate il vostro business da casa anche per resi e spedizioni

Se avete scelto la modalità in dropshipping allora avrete il tempo di dedicarvi ad altro, quindi impegnatevi ad offrire un servizio di assistenza impeccabile. Mostrate la serietà del vostro business anche per i resi e optate per fornitori seri per non costringere la vostra clientela ad attendere la merce per mesi.

5. Create un business plan anche per vendere da casa

Le grandi aziende realizzano sempre un business plan e lo rinnovano annualmente. Questo documento è necessario per valutare il progetto imprenditoriale. Facendo un esempio, se avete in mente di vendere abbigliamento da casa, dovrete pensare alla fattibilità, alle spese da affrontare, alle strategie di marketing da attuare, alla scelta dei fornitori, alle spedizioni. 

Insomma il business plan include tutto ciò che abbiamo detto finora in un unico documento. 

6.Iniziate a vendere da casa senza timore ma con prudenza, imparerete strada facendo

Qualunque sia l’attività che avete in mente, iniziate senza timore. Creare un business da casa non è qualcosa che potete studiare, non troverete nessun corso che vi prepari a ciò che imparerete strada facendo. Come per qualsiasi altra attività commerciale tradizionale, del resto.

Iniziate senza timore ma senza dimenticare che il mondo online è sempre pieno di insidie e non è raro che molti si fermino al primo intoppo. Quindi, lanciatevi ma siate prudenti e in poco tempo potrete veder crescere il vostro business.

Per approfondire: 

Trovate l'idea di business da casa che fa per voi

Nel mondo di oggi, la tecnologia può colmare il divario tra voi e i vostri fornitori, dipendenti e clienti. Da questo nascono le diverse opportunità che vi abbiamo prospettato per avviare un business da casa.

In generale, aprire un’attività in casa propria dà l'opportunità di partire senza troppo impegno, crescere agilmente e investire in modo prudente, soprattutto evitando i costi per l’affitto di un ufficio.

Per vendere da casa dovete mettere a fuoco i vostri obiettivi, ciò che vi motiva e il tipo di lavoro che più vi piace, come fareste con qualsiasi altro tipo di attività. Solo così potrete dar vita all’home business perfetto per voi.

Maggiori informazioni su come avviare un'attività da casa:



Articolo originale di Braveen Kumar, tradotto da Maria Teresa Cantafora.


Domande frequenti su avviare un business da casa

Quanti soldi servono per avviare un'attività da casa?

Con Internet oggi è possibile aprire un'attività da casa senza soldi e investimenti iniziali. Il modo migliore per cominciare è aprire un negozio online con Shopify: i primi 14 giorni sono gratuiti e non è richiesta la carta di credito.

Quali sono i vantaggi del dropshipping?

I vantaggi del dropshipping sono i bassi costi iniziali e operativi, la possibilità di vendere prodotti senza possederli fisicamente e quindi senza necessità di gestire un magazzino, e la semplicità gestionale: se il vostro giro d'affari non è particolarmente elevato, potrete gestire tutto da soli senza bisogno di dipendenti.

Cos'è la stampa on-demand?

La stampa on demand è la personalizzazione di prodotti "white label" (cappellini, shopper, magliette, ecc.) con il vostro design tramite un fornitore, che vengono poi rivenduti con il vostro brand su ordinazione.

Ho bisogno della Partita IVA per vendere online?

Se esercitate un'attività da casa con carattere abituale e continuità commerciale la partita IVA è obbligatoria. Per carattere abituale e di continuità si intendono tutte quelle attività che hanno una durata complessiva superiore ai 30 giorni.

Che lavori si possono fare da casa?

1. Vendere da casa prodotti acquistati all’ingrosso
2. Vendere prodotti fatti in casa
3. Avviare un business da casa in dropshipping
4. Vendere abbigliamento da casa
5. Vendere da casa con la stampa on demand
6. Creare un business da casa per vendere il vostro servizio o expertise
7. Creare un business da casa producendo il vostro servizio o expertise
8. Business online con il trading online e il social trading
9. Vendere da casa coltivando un pubblico che potete monetizzare
10. Business da casa acquistando un’attività di ecommerce esistente
Argomenti: